Isabella Pileri alla Sala Conte

Genova Pegli, sabato 13 aprile ore 16 – “Genova gialla, Genova lirica”


Sarà Isabella Pileri, avvocato e giallista genovese, l’ospite protagonista dell’appuntamento “Genova gialla, Genova lirica” di sabato 13 aprile alle ore 16 nell’ambito degli Incontri alla Sala Conte, l’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli, in collaborazione con l’associazione Pegliflora.
Accanto alla scrittrice, saranno presenti gli Autori dell’antologia “Strofie liguri”, prologata da Isabella Pileri e coordinata da Paolo Bozzo. Presenta l’antologia Luca Cevasco.

In programma:
            
proiezione del video “Lady”, nato dal premiato romanzo di Isabella Pileri “Schegge di memoria”, per piano (Notturni di          Chopin eseguiti da Ryoko Tajika Drei), violino (Alex Lèon) e voce (rapper Terremoto MC);
letture da “Schegge di memoria” e “Del silenzio del vento” di Isabella Pileri;
liriche dall'antologia lirica di AA.VV. “Strofie liguri”.

Tutte le letture saranno a cura dell'attrice Julia Ivaldi.

Ingresso libero.

La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale.

Isabella Pileri, avvocato e giallista genovese, è al suo sesto romanzo. Vincitrice del Premio nazionale “Rive Gauche” di Firenze con “Schegge di memoria”, rosenoir ambientato nella Londra vittoriana fra passato dickensiano e attualità, ha ottenuto vari riconoscimenti anche per il noir di atmosfere piemontesi “Il costruttore di clessidre”. Il suo giallo giovanile “Il peccato chiama peccato” è stato prologato dallo scrittore siciliano Gaetano Savatteri, autore fra l'altro della serie “Makari”.

Il video “Lady Lady Lady” nasce nel 2018 dalla lettura del premiato romanzo di Isabella Pileri “Schegge di memoria”. Per la regia di Gabriele Massardo, è ambientato nella stupenda cornice di Villa Ottolenghi di Acqui Terme, con protagoniste tre donne: Isabella Pileri, scrittrice, Ryoko Tajika Drei, pianista di fama internazionale, e Maria Rita Vita, action painter massese autrice fra l'altro della cover del romanzo con la tela “Il blu della speranza” e più tardi di quella della stessa scrittrice “Del silenzio del vento”.
Altra location è quella dell'Hotel Meridiana di Acqui, che ancora oggi ospita varie e prestigiose manifestazioni musicali e rassegne internazionali.
Il video è concluso, con un improvviso e sorprendente cambio di passo, dall’omonimo rap “Schegge di memoria”, creato dal violinista Alex Léon, anche esecutore, con voce del rapper pegliese Luca Semplici, in arte “Terremoto MC”, e testi di Semplici/Pavesio.

L'antologia lirica “Strofie liguri” è una miscellanea di Autori Vari (Anonimo Genovese, Paolo Bozzo, Barbara Castellano, Marco Gargani, Danilo Lercari, Alessandro Molteni e Loredana Marrosu), giocato sulla Liguria, terra di poesia e gastronomia, come nella prefazione di Isabella Pileri.
“Strofie Liguri”, racconta il coordinatore Paolo Bozzo, “nasce da un'idea semplice, ma allo stesso tempo molto efficace: mettere insieme le sensibilità di diverse persone di età e genere differenti, ma accomunate dal loro essere Liguri con la L maiuscola. Rappresentanti di un territorio difficile e a prima vista arido e chiuso, che però nasconde un universo molto produttivo e variegato. Quale miglior lente di ingrandimento se non la poesia avremmo potuto trovare per farlo venire alla luce?”.

Carlo Denei alla Sala Conte

Carlo Denei alla Sala Conte – Genova Pegli, sabato 4 aprile ore 16

Proseguono gli Incontri alla Sala Conte, l’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli: sabato 6 aprile, alle ore 16, Carlo Denei – comico, monologhista dei Cavalli Marci, autore televisivo a Striscia la Notizia e cantautore – presenterà il suo ultimo libro, “Festival”, Erga edizioni: la fantasiosa storia di cabarettisti disperati al festival della comicità di Ronciglione e di uno sconvolgente malinteso.
L’ingresso è libero e gratuito.

Carlo Denei, nato a Genova nel 1957, comico, monologhista dei Cavalli Marci, autore televisivo a Striscia la Notizia e cantautore, ha all’attivo numerose tournée teatrali in alcuni dei principali palcoscenici italiani (Nazionale e Ciak di Milano, Politeama Genovese, Colosseo di Torino, Ariston di Sanremo, ecc.) e ha collezionato oltre seicento palchi con lo storico gruppo Cavalli Marci.
In televisione ha partecipato a diverse trasmissioni sulle reti Mediaset e Rai.
Festival è la sua nona pubblicazione editoriale dopo Dove osano i Grifoni, Gocce di Genoa su di noi, Facce da libro, Il tassista onesto, Secolo, Focaccia e fantasia, Come se fossi sano e il libro fatto nel 2001 con i Cavalli Marci Caro lettore adesso basta. Con Erga ha pubblicato nel 2022 Amori laterali, con canzoni e video.

La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale.

Carlo Denei, Enrico Lisei e Paolo Besagno

Carlo Denei, Enrico Lisei e Paolo Besagno alla Sala Conte – Genova Pegli, venerdì 22 marzo ore 21

Proseguono gli Incontri alla Sala Conte, l’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli: venerdì 22 marzo, alle ore 21, Carlo Denei, Enrico Lisei e Paolo Besagno saranno gli interpreti di “Canzoni e sorrisi – musica e parole di tre esseri eterogenei”.

La vena comico-malinconica di Carlo Denei, ex Cavalli Marci e già Striscia la Notizia, la sagacia di un grande cantautore genovese come Enrico Lisei, con alle spalle un Sanremo, alcune presenze al Maurizio Costanzo show e la recente collaborazione con Gianni Morandi, la competenza musicale di Paolo Besagno, fondatore dei Giovani Canterini di Sant’Olcese e compositore di canzoni in lingua ligure; tutto questo forma una miscellanea comico-musical-teatrale unica nel suo genere.
In realtà si tratta di un esperimento, ma sarebbe un peccato non poter dire: “Io c’ero”.

L’ingresso è libero con offerta volontaria.

La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale.



Masterclass del batterista Luca Ghiglione

Masterclass del batterista Luca Ghiglione – Scuola Musicale Conte, GE Pegli, sabato 24 febbraio.

Sabato 24 febbraio, alle ore 15, la Sala Conte – l’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte, a Genova Pegli in Via Cialli 6D – ospiterà la masterclass del batterista Luca Ghiglione, incentrata su:
• come gestire il tempo e averne assoluta padronanza,
• come utilizzare il click in maniera corretta ed efficiente,
• la doppia cassa,
• le tecniche mani/piedi.
E proprio il tema continuo della gestione del tempo estende la platea a tutti i musicisti e non soltanto ai batteristi.
La masterclass è proposta al costo di adesione di 20 Euro, gratuitamente per agli allievi dei corsi di batteria della Scuola Conte e a 10 Euro per gli altri allievi della Scuola Conte.
Per partecipare è necessario prenotarsi inviando un mail a segreteria@scuolaconte.it entro giovedì 22 febbraio.
Il versamento della quota di adesione può essere fatto o preventivamente tramite bonifico sul c/c bancario intestato Scuola Musicale Giuseppe Conte, IBAN IT21V0306909606100000001669, BIC BCITITMM, o in contanti il giorno stesso della masterclass, presentandosi fra le 14:30 e le 14:50.
La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, attracco navebus, stazione ferroviaria e casello autostradale.
Luca Ghiglione, nato a Genova nel 1997, ha iniziato lo studio della batteria all’età di dodici anni seguendo i corsi del M.o Francesco “Frullo” la Rosa (Extrema), per poi studiare con Walter Calloni (PFM, Finardi, Area, Pino Daniele), con il quale ha conseguito i diplomi Trinity College of London, Mike Mangini (Dream Theater) e Virgil Donati (Planet X, Southern Sons).
Ha inoltre seguito corsi e clinic di batteristi quali: Dave Weckl, Dave Elitch, Derek Roddy, Tullio De Piscopo, Thomas Lang, Chris Coleman, Byron Landham.
Partecipa, inoltre, a numerose edizioni del Lab Drum Camp in Grecia, dove studia con batteristi del calibro di: George Kollias, Gergo Borlai, Eric Moore, Dave Dicenso, Chus Gancedo, Dali Mraz, Horacio “El Negro” Hernandez, Keith Carlock, diplomandosi con il massimo dei voti ad ogni edizione e suscitando molto interesse da parte dei docenti.
Attualmente è il batterista stabile della band Symphonic Power Metal Winterage e ha lavorato come session live drummer per molti gruppi, come: Last Rites, Path of Sorrow, Denial, Concordea (Russia), John Falco, Ashen Fields, Bourning Out, Totally Toto.
Lavora stabilmente come session presso i Nadir Music Studio di Tommy Talamanca (Sadist) per molti progetti in ambito metal, pop e rock; ha collaborato anche per alcuni progetti con i Fear Studio di Gabriele Ravaglia.
Svolge un’intensa attività di insegnamento.
Con i Winterage (www.winterage.net) ha all’attivo tre album, distribuiti in Europa, USA e Giappone per la label Scarlet Records, che hanno riscosso un notevole successo di critica e pubblico.
Nel corso dell’attività live con la band, dal 2015 ad oggi ha calcato palchi in Italia e all’estero in supporto a band quali: Angra, Rhapsody of Fire, Korpiklaani, Moonspell, Elveking, Dragonland, Pathfinder e Dark Moor, Rota Temporis, Bulldozer, Fleshgod Apocalypse, Nanowar of Steel.
Nell’estate 2023 la band ha partecipato a numerosi festival in qualità di headliner ed è stata in tour in Inghilterra a Manchester, York e Leeds.
Endorsement: UFIP Earcreated Cymbals.

Cantando di guerra e di rivolta

Sabato 10 febbraio alla Sala Conte, in collaborazione con l'associazione Pegliflora, conferenza musicale della Prof.ssa Maria Paola Pizzorni "Cantando di guerra e di rivolta".
Ingresso libero e gratuito.

"Leggere" la Musica in biblioteca

Siamo particolarmente lieti di presentarvi il calendario della fitta serie di appuntamenti che vedrà la Scuola Musicale Giuseppe Conte presente nella maggior parte delle biblioteche genovesi, dal 24 gennaio al 15 maggio, da Voltri a Nervi dal Porto Antico a Rivarolo: https://www.bibliotechedigenova.it/contenuto/leggere-la-musica-biblioteca.

Il fitto calendario di attività di Genova Capitale Italiana del Libro, infatti, non si è esaurito con il 2023 ma si rinnova, nel 2024, grazie ad un’importante collaborazione tra la Direzione Politiche Culturali del Comune di Genova - biblioteche del Sistema Bibliotecario Urbano e la Scuola Musicale Giuseppe Conte, consolidata realtà socio-culturale del territorio che da molti anni svolge un’intensa, articolata e qualificata attività di formazione e promozione culturale e artistica nella Città.

Il progetto, ideato e costruito in sinergia tra le due realtà e realizzato grazie al contributo di Fondazione Carige, si intitola “Leggere” la musica in biblioteca e porterà, da gennaio a maggio 2024, i validi artisti della Conte in un vero e proprio tour in 10 biblioteche del territorio, da ponente a levante, con una serie di laboratori gratuiti e corsi di musica dal vivo per bambini, adolescenti e adulti.
Il filo rosso sarà la contaminazione tra linguaggi artistici diversi: la lettura, la musica e anche il teatro, con lo scopo di consentire ad un pubblico eterogeneo di fare esperienze significative in un’ottica ampia e inclusiva e di avvicinare tutti alla cultura e alla pratica musicale in modo semplice e coinvolgente.

Tre saranno le tipologie di laboratori che avranno luogo nelle biblioteche per un totale di 17 attività: per i bambini sono previsti laboratori dedicati alla lettura di testi illustrati accompagnati da sonorità al pianoforte per aiutare a comprendere il variegato mondo della musica in modo naturale; per i ragazzi verrà dato spazio alla conoscenza delle vite e della musica prodotta dai grandi cantautori genovesi; gli adulti, invece, saranno coinvolti da letture di testi accompagnati da musiche d’atmosfera e colonne sonore.

Saranno, inoltre, attivate 15 lezioni di avvicinamento alla pratica musicale per tutti, con un primo incontro sulla teoria musicale (suoni e rumori, altezza, timbro, intervalli), un secondo incontro sulla storia della musica (forme e generi, usi e costumi) e un terzo incontro di presentazione di una specifica composizione pensata per far familiarizzare gli ascoltatori con gli strumenti dell'orchestra, facendone ascoltare e descrivendone i temi conduttori.

Questo l’elenco delle biblioteche coinvolte nell’iniziativa: Biblioteca Berio, Biblioteca Internazionale per Ragazzi Edmondo De Amicis, Biblioteca Benzi, Biblioteca Brocchi, Biblioteca Bruschi-Sartori, Biblioteca Cervetto, Biblioteca Gallino, Biblioteca Guerrazzi, Biblioteca Lercari, Biblioteca Saffi.

Per qualsiasi informazione contattare le biblioteche aderenti al progetto o inviare una mail a sistemabibliotecariourbano@comune.genova.it.


Bruno Morchio alla Sala Conte

Genova Pegli, sabato 13 gennaio 2024 ore 16

Non solo musica agli Incontri alla Sala Conte, l’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli: sabato 13 gennaio, alle ore 16, lo scrittore Bruno Morchio presenterà il suo libro “Le ombre della sera”, pubblicato da Garzanti.

L’ingresso è libero e gratuito.

Bruno Morchio, nato nel 1954 a Genova, dove vive e ha lavorato come psicologo e psicoterapeuta, è noto autore di numerosi romanzi ascrivibili al genere “noir mediterraneo”.

In questa occasione, gradito ritorno alla Sala Conte, dove già era stato nel 2016 in occasione della presentazione del suo libro “Fragili verità”, presenterà il suo ultimo libro “Le ombre della sera”.

Bruno Morchio regala ai suoi lettori un nuovo romanzo della serie di Bacci Pagano. Un’opera matura che, riportando in scena personaggi e vicende di altri capitoli della saga, trascina il protagonista in un viaggio dentro sé stesso e lo induce a riflettere sull’amicizia, il passare del tempo, la vecchiaia, la morte, persino la sua stessa identità.

La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale.

Voci di Natale, Coro della Conte

Il periodo natalizio è in pieno svolgimento e il Coro della Conte propone alcuni appuntamenti corali a cui invita tutta la popolazione, per vivere l’atmosfera natalizia con la gioia della musica e della voce, intonando le armonie tipiche delle canzoni della nostra tradizione. 
'Ad ogni angolo delle città e dei quartieri che quotidianamente frequentiamo risuonano le musiche e arredano gli addobbi di colori, luci e suoni che fanno dell’atmosfera natalizia sede di accoglienza, serenità e letizia.


Dopo una prima esperienza musicale di metà ottobre, in occasione della Maratona Musicale promossa dal Conservatorio di Alessandria, presso il quale ha avuto l’onore di rappresentare la Scuola Musicale Giuseppe Conte, il Coro della Conte è felicissimo di prodursi in alcune iniziative che mettono al centro l’amicizia e la collaborazione artistica: una unione di forze per un obiettivo comune che intende rappresentare una vera e propria e partecipata offerta musicale.

Le varie esibizioni che in questi anni sono state proposte, sono sempre state pervase da grande passione e gioia di cantare: un’intensa espressività che ogni corista ha infuso ed infonde nella propria attività canora, puntando a trasmettere emozioni, vibrazioni ed affetti.

Ecco gli appuntamenti di quest'anno:


Domenica 17 dicembre 2023 alle ore 20,30
presso la prestigiosa Chiesa di San Donato  - via San Donato, 10 Genova (centro), il Coro della Conte diretto da Claudio Isoardi ed accompagnato al pianoforte da Enrico Appiani, si esibirà in una performance corale che metterà in luce anche la collaborazione con Don Mose Kalyaumma, sacerdote e musicista con cui si è instaurata una bella amicizia artistica. Come ogni anno, un Natale molto sentito, saranno proposte Carole tradizionali e brani che rappresentano il frutto della variegata Cultura delle molteplici Comunità Cristiane, non solo europee.

Venerdì 22 dicembre 2023 alle ore 20,30
presso l’Oratorio San Martino di Genova Pegli - Via Beato Martino, 182 Genova Pegli - Voci di Natale, in cui il Coro della Conte collaborerà con le Voci Bianche della Conte dirette da Simona Saba.

Augurandoci che questi appuntamenti siano veicoli di gioia e serenità, all’insegna dell’amicizia e del senso di appartenenza alla collettività, dell’empatia, della fratellanza e della collaborazione musicale. Augurandoci che sia l’inizio di nuove strade e di nuovi obiettivi canori, siamo lieti di invitare tutta la cittadinanza a partecipare a queste proposte corali che per noi rappresentano momenti di vera condivisione ed espressione di quell’entusiasmo e di quella passione che accendono i nostri animi, le nostre menti e le nostre voci, in una preghiera musicale collettiva che attinge dalla nostra Cultura Musicale e appartiene alla nostra Tradizione Corale.

Claudio Isoardi

Omaggio a Maria Callas

Omaggio a Maria Callas – Genova Pegli, Sala Conte, domenica 17 dicembre ore 17

Domenica 17 Dicembre alle ore 17 alla Sala Conte, l’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli, a pochi giorni dal centenario della nascita sarà proposto un omaggio a Maria Callas,  una delle più grandi artiste del teatro lirico, qui ricordata non solo come straordinaria interprete, ma anche come donna nella sua dimensione privata, attraverso l’esecuzione di brani che l’hanno contraddistinta e la lettura di stralci di sue lettere e la proiezione di immagini che rievocheranno, come frammenti di vita privata, la sua vera anima.

Interprete sarà il famoso soprano Irene Cerboncini, che ha fra l’altro partecipato lo scorso 15 settembre al concerto inaugurale congiunto delle stagioni sinfoniche e concertistiche del Teatro Carlo Felice e della GOG.
Col soprano si esibiranno il pianista Massimo De Stefano e il Coro Lirico Quadrivium diretto dal maestro Giovanni Battista Bergamo; le letture saranno a cura di Anna Marra, introduzione di Sandro Caviglia.

Il concerto, a ingresso libero e nell’ambito degli “Incontri alla Sala Conte”, è proposto dal Coro Lirico Quadrivium ed è organizzato dall’Associazione Spettacolo Cultura aps con la collaborazione della Scuola Musicale Giuseppe Conte e vede come Ente Promotore l’Assessorato al Tempo Libero della Regione Liguria.



Evento speciale extra Festival della Scienza

Evento speciale extra Festival della Scienza alla Sala Conte – GE Pegli, sabato 28 ottobre, ore 20:30.

Dal 26 ottobre al 5 novembre 2023 si svolgerà a Genova il Festival della Scienza, giunto alla sua ventunesima edizione: la più grande manifestazione europea di divulgazione della cultura scientifica.
In questo importante ambito, come evento speciale extra Festival, si colloca l’appuntamento “Impronte sonore di grotte e battaglie – Strumenti musicali d’altri tempi”, che, frutto della consolidata collaborazione fra il Civico Museo di Archeologia Ligure e la Scuola Musicale Giuseppe Conte, si svolgerà, con ingresso libero e gratuito, sabato 28 ottobre alle ore 20:30 presso la Sala Conte, l’auditorium della Scuola Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli.

Durante l'evento, ove sarà presente la dott.ssa Patrizia Garibaldi, Conservatore Responsabile del Museo, saranno presentati due esemplari di conchiglia Charonia tritonis – una vera e propria tromba naturale, esemplari della quale sono stati scoperti in diverse grotte liguri occupate da comunità neolitiche circa settemila anni fa, che le usavano come strumenti musicali o per amplificare voci e suoni – con prove del suo utilizzo come strumento e come amplificatore di suoni e parole. Ne saranno esemplificate le affinità e gli sviluppi nel tempo nella tromba e nel flauto, con le diverse acustiche e sonorità e l’uso poi concertistico nel tempo.

Artisti ospiti saranno il flautista Luca Benignetti e il trombettista Lorenzo Fanciulli e sarà proprio Benignetti – musicista e musicoterapeuta laureato al Conservatorio di Genova e al Conservatorio di Alessandria, docente di Flauto traverso e Propedeutica musicale alla Scuola Musicale Conte – a condurre il pubblico nel percorso storico acustico della serata.

La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale.

Emma Thompson presenta “Tengo a dirlo”

La scrittrice Emma Thompson alla Sala Conte – Genova Pegli – venerdì 20 ottobre 2023, ore 17:30

Non solo musica agli Incontri alla Sala Conte, l’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli: venerdì 20 ottobre, alle 17:30, la scrittrice Emma Thompson presenterà il suo libro “Tengo a dirlo”, De Ferrari Editore, una storia di amore e d’amicizia all’ombra dei caruggi genovesi.
Letture di Roberto Edgardo Guida Farnesi.

Emma Thompson, nata nel 1973, arriva a Genova all’età di sei anni e afferma di amare la Liguria come un valzer ballato con l’immensità di un amore e la magia che rapisce la vita negli occhi e nell’anima.
Esordisce nel 2013 con “I racconti di mamma Emma” e “Il segreto di Fantasy”. Nel 2017 scrive il romanzo biografico “Dai ricordi di Aurora” e nello stesso anno “Fino all’ultimo respiro”. Nel 2018 dà vita al romanzo storico “Nel cuore di Pegli” e nello stesso anno vince il suo primo premio letterario. Nel 2019 dà alle stampe “Sonia si mette a nudo” e nel 2021 “La leggenda di Evelyn”. Si propone ora con un nuovo personaggio, che dà vita a “Tengo a dirlo”.

Come sempre, l’ingresso è libero e gratuito.
La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale.




Concerto del pianista Federico Manca alla Sala Conte

Concerto del pianista Federico Manca alla Sala Conte – Genova Pegli – sabato 14 ottobre 2023, ore 16:30

Il giovane e talentuoso pianista Federico Manca sarà ospite sabato 14 ottobre alle ore 16:30 agli Incontri alla Sala Conte, l’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli, proponendo un impegnativo e appassionante programma, rappresentazione di alcune tra le forme compositive più utilizzate nel repertorio pianistico: dal comune genere della Sonata, alla Suite di stampo novecentesco, passando per gli Studi virtuosistici e per le Miniature tipiche della produzione pianistica schumanniana.
Come sempre, l’ingresso è libero e gratuito.
La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale.

Federico Manca aprirà il concerto eseguendo la Sonata per pianoforte n.32 in Do minore Op.111 di Ludwig van Beethoven, una delle composizioni più famose del “tardo periodo” beethoveniano, tecnicamente molto impegnativa e non a caso definita un’opera di ineguagliabile espressione e trascendenza.
Sarà poi eseguita la composizione Carnaval, Op.9 di Robert Schumann, per proseguire con l’esecuzione di due dei Dodici studi di esecuzione trascendentale S.139 di Franz Listz, n.8 “Wilde Jagd” e n.12 “Chasse-neige”, intense composizioni musicali, passaggi dall’armonia audace e dalle impreviste difficoltà ritmiche, che rimangono tutt’oggi per i pianisti tra alcune delle composizioni più impegnative da affrontare, per il modo libero di coniugare le difficoltà tecniche con le difficoltà musicali dell’esecuzione.
Concluderà questo bellissimo concerto pianistico l’esecuzione del Gaspard de la nuit di Maurice Ravel, raccolta che è tuttora un arduo banco di prova anche per i pianisti più dotati, dove la padronanza tecnica richiesta all’esecutore è assoluta.

Federico Manca, dopo aver iniziato privatamente lo studio del pianoforte, frequenta il Conservatorio di musica “G. P. da Palestrina” di Cagliari, nella classe della professoressa Marcella Murgia, e successivamente il Conservatorio “Niccolò Paganini” di Genova, sotto la guida del maestro Enrico Stellini, conseguendo il diploma di secondo livello con votazione 110, lode e menzione d’onore.
Terminato il percorso accademico, frequenta il corso di perfezionamento del maestro Andrea Lucchesini presso la Scuola di musica di Fiesole.
Durante gli anni di studio ha seguito alcune masterclass con importanti maestri, tra i quali: Jean Marc Luisada, Dmitri Alexeev, Lylia Zilberstein, Orazio Sciortino, Enrico Pace e Benedetto Lupo.
Selezionato tra i dodici concorrenti del Premio Venezia 2019, nello stesso anno vince il primo premio al VII Concorso “Città di Spoleto” (cat.G) ed il secondo premio alla sesta edizione del “Premio Giangrandi-Eggamn” di Cagliari.
Risultato tra i vincitori del #ContestAFR nell’aprile 2020, si esibisce a settembre dello stesso anno per conto dell’Accademia Filarmonica Romana, presso la Sala Casella, nell’ambito della rassegna “I giardini della Filarmonica AfteR”; nel 2022 vince il secondo premio all’Orbetello Piano Competition

“All’Opera” concerto lirico alla Sala Conte

Genova Pegli – venerdì 6 ottobre 2023, ore 20:45

Con la ripresa dell’attività didattica della Scuola Musicale Giuseppe Conte, riprendono anche gli Incontri alla Sala Conte, l’auditorium della Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli: venerdì 6 ottobre, alle ore 20:45, si esibiranno Alice De Giovanna (soprano) e Tiziano Tassi (baritono), accompagnati al pianoforte da Umberto Musso.
In programma brani di Bellini, Donizetti, Liszt, Mozart, Puccini, Schumann, Schubert, Tosti, Verdi.

Il concerto è una proposta musicale che vede alternati brani cameristici e arie operistiche.
La scelta delle pagine inerenti al mondo della musica da camera è un invito a respirare nuovamente l’aria dei salotti dove questa musica veniva eseguita: salotti della dimensione, all’incirca, della Sala Conte.
L’alternanza di questo tipo di musica alle arie d’opera è una scelta puramente di cuore: l’opera lirica è uno dei più grandi patrimoni del nostro paese, che gli artisti dello spettacolo vivono con un’eterna missione: donare a tutti questa musica, per renderla immortale nel tempo.

Come sempre, l’ingresso è libero e gratuito.

La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale.

Alice De Giovanna nasce a Genova nel 2001. Si avvicina alla musica attraverso lo studio del pianoforte per poi intraprendere la strada del canto lirico. Laureanda al Conservatorio “Paganini” di Genova, nel 2022 ha debuttato il ruolo di Suor Genovieffa in Suor Angelica nel Festival Operistico di Varese Ligure. Nel 2023 ha lavorato come artista del Coro nella produzione di Elisir D’Amore presso la Fortezza del Priamar di Savona. I prossimi mesi la vedranno impegnata come artista del Coro nella Lucie de Lammermoor in programma al teatro Donizetti di Bergamo nel festival dedicato al compositore.

Tiziano Tassi inizia molto giovane gli studi presso il Conservatorio “Nicolini” di Piacenza, perfezionandosi successivamente con il mezzosoprano Susanna Anselmi a Roma. Attualmente frequenta il Conservatorio “Paganini” di Genova nella classe di Canto di Gloria Scalchi.
In ambito solistico ha debuttato come Don Alfonso nel “Così fan tutte” di Mozart al teatro Municipale di Piacenza e ha in repertorio disparati ruoli fra cui Figaro del “Barbiere” rossiniano, Belcore dell’“Elisir d’amore” di Donizetti, Germont della “Traviata” di Verdi, Marcello e Schaunard della “Bohème” pucciniana. Rispetto alla musica contemporanea è stato fra l’altro il primo interprete italiano in lingua originale dell’opera “In the penal colony” di Philip Glass andata in scena nel 2016 al Teatro della Tosse di Genova.
Ha collaborato con le formazioni corali di diverse fondazioni lirico sinfoniche fra cui il Teatro Massimo di Palermo, il Teatro Verdi di Trieste, il Comunale di Bologna e l’Accademia di Santa Cecilia di Roma. In questo ambito inizia la collaborazione con il Teatro Carlo Felice di Genova nel 2012 ed è Artista del Coro stabile di questo teatro dal 2020.

Umberto Musso nasce a Genova nel 2000. Si avvicina allo studio del pianoforte a quattro anni alla Scuola Musicale Conte. Nel Marzo 2023 consegue con il massimo dei voti il diploma accademico di primo livello in Pianoforte presso il Conservatorio Niccolò Paganini di Genova, dove tuttora frequenta il biennio specialistico della Scuola di Pianoforte sotto la guida del Maestro Enrico Stellini contemporaneamente al biennio di scuola di Maestro collaboratore. Si esibisce frequentemente come pianista solista o accompagnatore in formazioni cameristiche.
Dal 2020 dirige la Filarmonica di Arenzano e dal 2021 collabora con il Teatro dell’Opera Giocosa di Savona in produzioni operistiche tra le quali La Bohème e Tosca, entrambe con la regia firmata dal celebre soprano Renata Scotto.
Nel 2023 ha partecipato alla masterclass organizzata dalla Andrea Bocelli Foundation, tenuta dal soprano Serena Gamberoni e dal pianista Davide Cavalli.

Il Coro della Conte: 10 anni di entusiasmo!

Il Coro della Conte compie i suoi primi 10 anni: TANTI AUGURI!

10 anni trascorsi in fretta, almeno nell’impressione del sottoscritto, che vi ha cantato e suonato il pianoforte fin dalla fondazione: un po’ per l’inesorabile scorrere del tempo, in cui le stagioni corali di prove e concerti sembrano sovrapporsi nei ricordi, pur nelle loro peculiarità, un po’ perché il tempo passa in fretta quando ci si dedica alla Musica con entusiasmo e partecipazione.
L’entusiasmo e l’energia caratterizzano da sempre questo coro, diretto dal maestro Claudio Isoardi, che spesso nei concerti si distingue come “il maestro che si muove tanto”: una direzione a tutto corpo, per far rimbalzare l’energia e l’espressione sul canto dei coristi, coinvolgendo anche il pubblico.

La costituzione del Coro della Conte risale all’autunno del 2013, su iniziativa dello stesso Claudio Isoardi, tenore nel coro del Teatro Carlo Felice e insegnante di Teoria Musicale presso la Scuola Musicale Giuseppe Conte di Genova Pegli, istituzione storica e ben radicata nel territorio, di concerto con gli amministratori della Conte.

Il corso di Coro della Scuola Conte abbina l’educazione al canto di insieme, in cui ciascuna voce deve fondersi con le altre nel modo più omogeneo possibile, con elementi di cura della vocalità individuale, impiegando allo scopo anche seminari dedicati a conoscere più a fondo la fisiologia e i meccanismi dell'emissione vocale.
La coltivazione della voce ha costituito da subito l’elemento centrale della didattica, immediatamente seguita dall’espressione del canto, per saperne rendere e sottolineare le caratteristiche che devono arrivare al pubblico.
Isoardi coltiva il senso dello spettacolo come elemento integrante dell’esecuzione corale, affinché questa non diventi un puro esercizio di polifonia dal sapore scolastico.

E già che parliamo di scuola, un tema ricorrente nelle discussioni e commenti fra coristi, che contribuiscono a definire il repertorio e gli obiettivi di ciascun anno corale, è quello della dualità fra coro-scuola e coro-formazione_artistica.
Un coro-scuola deve necessariamente valorizzare la didattica e i risultati di apprendimento, eseguendo saggi di fine stagione senza troppa enfasi sui concerti e sull’immagine artistica, dal momento che il repertorio e gli allievi sono soggetti a cambiare frequentemente.
Un coro-formazione_artistica, al contrario, deve curare la propria immagine, i risultati artistici, la coerenza del repertorio, la presa sul pubblico, il programma dei concerti e la continuità di frequenza dei propri coristi.
Il maestro e l’insieme dei coristi non hanno mai espresso una scelta netta fra queste due interpretazioni, ma la soluzione, almeno fino ad ora, si è prodotta spontaneamente con una buona miscela di entrambe. Dall’essere coro-scuola vengono il ricambio degli allievi coristi, l’avvicendamento dei brani in repertorio, i seminari dedicati alla voce, la metodologia didattica e la collaborazione con gli altri insegnanti della Scuola. Mentre la natura di coro-formazione artistica si distilla spontaneamente dai calendari dei concerti, dalla collaborazione con altri cori e istituti, dal mantenimento di uno zoccolo duro di coristi allievi di lunga durata, dalla ricerca di una propria espressione artistica, dal consolidarsi di alcuni brani come repertorio caratterizzante e, non ultimo, dalla buona risposta del pubblico che ha potuto ascoltare questo coro.

I concerti tenuti in questi 10 anni sono stati un’ottantina, concentrati particolarmente nel periodo natalizio e nella tarda primavera e in massima parte nel territorio del Ponente Genovese, ma anche nel Centro Storico e in altre località della Riviera Ligure e del Basso Piemonte.
Molti di questi concerti rivestono un carattere culturale, per contenuti e per collaborazione con altri cori e istituzioni; fra questi: il Festival della Scienza, il Municipio Genova Ponente, la TV locale Telenord, il conservatorio “Vivaldi” di Alessandria, il Convegno Ligure delle Corali, il coro “Novincanto” e associazioni culturali di Finalborgo e Varigotti.

Il repertorio è incentrato sul canto moderno con una certa varietà di generi, basandosi sulla ricerca e sperimentazione tipiche del coro-scuola: Gospel, Spiritual, Blues, Jazz, Afro, Etnica, Leggera, Pop, Musical, Celtica, World Music, New Age.
I brani appresi dalla costituzione del Coro sono un centinaio e forse anche più, molti dei quali eseguiti soltanto a titolo di ricerca ed esercizio didattico, senza un prosieguo artistico.
Come corista e pianista mi ha sempre incuriosito il fatto che un maestro attivo in un prestigioso contesto di musica lirica abbia prediletto per il coro da lui diretto generi moderni e per lo più in lingua inglese; qualche insistenza mia e di altri coristi ha prodotto esperimenti anche su altre strade, per esempio su canzoni italiane e musica rinascimentale.

Anche questa singolarità, assieme ad un periodico dibattito interno sugli obiettivi artistici e di repertorio, comunque sempre rispettoso delle scelte del Maestro e della Scuola, fa parte degli aspetti peculiari di questo coro, giovane di spirito e intergenerazionale: annoverando coristi allievi dai venti ai settant’anni.
L’amicizia fra i coristi, l’alternanza fra il rigore didattico e la scherzosa goliardia, la seria disciplina e la convivialità, l’energia del Maestro e l’entusiasmo del gruppo, permeano la vita del Coro del Conte e producono risultati avvertibili nella freschezza e nella spontaneità delle esecuzioni, pubblica espressione della Scuola Conte, al di là della pura tecnica del canto.
Consiglio vivamente di provare a farne parte, se ci si sente portati al canto, e di ascoltare i prossimi concerti, che celebreranno il primo decennale:
•    sabato 10 giugno, alle ore 21, presso Villa de Mari, in Via Prà 61 a Genova Palmaro;
•    venerdì 23 giugno, alle ore 21, presso il Cinema Albatros, in Via Roggerone 8 a Genova Rivarolo;
•    venerdì 30 giugno, alle ore 21, presso la Sala Conte, in Via Cialli 6D a Genova Pegli, il “compleanno in casa” del Coro;
•    lunedì 3 luglio, alle ore 21, presso il Palco del Molo, in Piazza del Mare a Varigotti – Finale Ligure (SV).
Il Coro della Conte eseguirà una selezione di brani da musical, incentrati in particolare su Andrew Lloyd Webber, e di brani dei Queen.
Grandi concerti che presenteranno il meglio del repertorio corrente del Coro, con la straordinaria collaborazione di musicisti esterni al Coro, docenti e allievi della Scuola Conte.

Informazioni, contatti ed eventi aggiornati sul Coro della Conte si trovano nel sito della Scuola Conte, www.scuolaconte.it, e sulla pagina Facebook del Coro: “Il Coro della Conte”.

Enrico Appiani

Premio Per Elisa 2023

Concerto “Per Elisa” alla Sala Conte – Genova Pegli – sabato 27 maggio 2023, ore 16

 La feconda collaborazione tra l’associazione Pegliflora e la Scuola Musicale Giuseppe Conte si esprime anche con l’assegnazione annuale del Premio “Per Elisa” ad allievi della Scuola.

Il premio “Per Elisa” è stato creato dall’associazione Pegliflora per ricordare Elisa Dagnino Barbarossa, fondatrice e storica presidente del sodalizio.

 Gli allievi premiati quest’anno sono Lorenzo Formichetti e Alessia Marchese, giovani pianisti selezionati per essersi distinti in impegno e risultati, che, per l’occasione, sabato 27 maggio, alle ore 16, si esibiranno in concerto presso la Sala Conte (GE Pegli, Via Cialli 6D, terzo piano).

L’ingresso è libero e gratuito.

 La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Scuola Musicale Giuseppe Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale.

Dialogo tra Musica e Pittura

Quadri di un’esposizione – Dialogo tra Musica e Pittura
Alberto Perfetti e Augusta Patrone alla Sala Conte – Genova Pegli – venerdì 26 maggio 2023, ore 21


Nell’ambito degli Incontri alla Sala Conte – l’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli – venerdì 26 maggio alle ore 21 l’Associazione propone una pagina artistica davvero particolare e suggestiva: Alberto Perfetti nell’esecuzione al pianoforte e Augusta Patrone nell’esposizione pittorica e l’allestimento scenografico – docenti entrambi alla Scuola Conte – presentano al pubblico della Sala Conte la propria lettura, interpretazione, del celeberrimo “Quadri di un’esposizione” di Modest Mussorgski in un dialogo fra Musica e Pittura in perfetta reciproca sintonia.

L’ingresso è ad offerta libera.
Riducendosi il numero di posti a sedere per l’allestimento scenografico, si consiglia di prenotare per tempo presso la segreteria della Conte, a disposizione del pubblico (tel.0106982814; email info@scuolaconte.it) dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle 19.

La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale.

Alberto Perfetti ha iniziato giovanissimo gli studi musicali, proseguendo la sua formazione presso il Conservatorio di Musica “Puccini” di La Spezia sotto la guida della Prof.ssa Tina Zucchellini, conseguendo il Diploma di Pianoforte con il massimo dei voti e la lode.
Già durante gli anni scolastici si è sempre distinto vincendo borse di studio e tenendo concerti come solista con l’Orchestra del Conservatorio.
Dopo essersi diplomato ha seguito vari Corsi di Perfezionamento conseguendo sempre Diplomi d’onore.
Ha svolto e svolge attualmente attività concertistica partecipando a numerose rassegne e collaborando con varie orchestre, tra le quali Orchestra Sinfonica di Massa e Carrara, Collegium Musicum, Orchestra Sinfonica di Savona, Orchestra Internazionale d’Italia, ottenendo sempre vivi consensi di pubblico e critica. Ha effettuato inoltre, con l’Orchestra Internazionale d’Italia, la registrazione di CD.
Sia come solista sia in formazioni da camera, ha vinto numerosi premi in concorsi, tra i quali 1° Premio al Concorso Nazionale “Città di Genova”, 2° Premio al Concorso Internazionale per borse di studio di Tortona, 2° Premio al Concorso “Villar Perosa”, 1° Premio al Concorso Internazionale di Stresa e risultando finalista in altri.
Ha tenuto registrazioni per il Primo Canale Radiofonico della RAI.
Per alcuni anni ha collaborato in qualità di Pianista accompagnatore con musicisti per importanti teatri (Genova, Bologna, Torino, Milano). In seguito si è dedicato particolarmente al repertorio di musiche per Due Pianoforti, tenendo concerti in Duo Pianistico con la Prof.ssa Tina Zucchellini, con la quale ha collaborato in qualità di Assistente in Corsi di Perfezionamento.
Negli ultimi anni è stato invitato più volte a tenere masterclass e concerti in Corea del Sud. Ha suonato per le più importanti Istituzioni Musicali, tenendo Recital presso i Teatri di Yeosu, Busan e, inoltre, nella Recital Hall del Teatro dell’Opera di Seoul.
Ha effettuato registrazioni per la KBS.
Attualmente, oltre all’attività artistica, svolge intensa attività didattica in qualità di docente.


Augusta Patrone, artista eclettica, amante dello sviluppo di sinergie con altre discipline artistiche, nasce a Genova il 3 agosto 1973.
Dopo aver conseguito la maturità artistica, prosegue gli studi presso l’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova, conseguendo nel luglio 1997 il Diploma Accademico di secondo livello in Pittura con il massimo dei voti.
Insegnante di disegno e pittura, ha lavorato in diversi istituti scolastici e in associazioni culturali musicali nelle quali si è avvicinata al mondo del musical e del teatro, passione che le ha permesso di cimentarsi come autrice, scenografa e costumista di alcuni musical per ragazzi.
Sono numerose le esperienze nel campo laboratoriale/espressivo artistico a livello didattico su diverse fasce di età. La grande passione per la pittura e il teatro ha spinto Augusta ad approfondire lo studio della progettazione dello spazio, del testo, della regia, conseguendo il Diploma Accademico in Scenografia con il massimo dei voti e la lode.

Notte dei Musei 2023

Anche quest'anno la Scuola Musicale Conte animerà l'evento presso il Museo di Archeologia Ligure, ospitato in Villa Durazzo Pallavicini di Pegli. Nell'occasione si esibiranno alcuni giovani pianisti, dalle ore 20 alle ore 21,45 presso la Sala Verde della villa.

C-CITY on the road

Evento di Economia Circolare nel Municipio VII Ponente
presso la Scuola Musicale Conte
via Cialli 6/D, Genova Pegli
martedì 9 maggio 2023, ore 15,30
Vi aspettiamo!

Festa della Speranza

Anche la Scuola Conte sarà presente alla 25ma Edizione 2023 della Festa della Speranza, che si svolgerà sabato 6 maggio presso Piazza dei Micone a Sestri Ponente, con le proprie Voci Bianche dirette da Simona Saba esibizione prevista per le ore 15:00
https://www.scuolaconte.it/corso/145

5 per mille

Sostieni il sociale, la cultura, il territorio: il tuo 5 per mille per la Scuola Musicale Giuseppe Conte.

La Legge Finanziaria prevede la possibilità di destinare la quota del 5‰ della propria Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (IRPEF) a sostegno di associazioni come la SCUOLA MUSICALE GIUSEPPE CONTE.

La scelta non è in alcun modo alternativa a quelle dell’ 8‰ e del 2‰, ma si aggiunge a esse.

Indicare sulla propria dichiarazione dei redditi la destinazione del 5‰ a sostegno della SCUOLA MUSICALE GIUSEPPE CONTE non comporta nessuna maggiore imposta per il contribuente e consente di testimoniare il proprio supporto anche ideale a un'istituzione che da oltre centovent'anni promuove cultura a Genova e in Liguria.

La SCUOLA MUSICALE GIUSEPPE CONTE è un’associazione culturale indipendente e senza fini di lucro.
Con personalità giuridica riconosciuta dalla Regione Liguria, la Scuola Conte si caratterizza da cinquant'anni come un organismo culturale polivalente con un importante ruolo di centro d'aggregazione sociale in ambito locale e cittadino.

L'Associazione impiegherà il contributo ricevuto nel sostegno e nello sviluppo dell’attività di formazione ordinaria e degli eventi culturali pubblici nel corso dell'anno che da tempo la contraddistinguono.

Cosa occorre fare
Possono destinare il 5‰ dell’IRPEF dovuta:
- i soggetti non tenuti alla presentazione della Dichiarazione dei redditi ma titolari di redditi certificati tramite modello CUD;
- i soggetti che presentano il modello 730;
- i soggetti che presentano il modello UNICO PERSONE FISICHE.

Per destinare il 5‰ occorre firmare nel primo riquadro dell’apposita sezione e indicare il codice fiscale dell’ente.
Nel caso della SCUOLA MUSICALE GIUSEPPE CONTE occorre riportare il codice:
80046270106.

Come donare il tuo 5X1000, ecco come effettuare questa semplice procedura:

1) cerca nel modulo Modello Unico, 730, CUD lo spazio: “Scelta per la destinazione del 5X1000”
2) metti la tua firma nel riquadro “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, etc.”
3) sotto la firma, nello spazio “codice fiscale del beneficiario” inserisci il codice fiscale della Scuola Musicale Conte: 80046270106


Se non compilate Voi stessi la dichiarazione dei redditi, date queste informazioni alla persona che si occupa delle Vostre pratiche fiscali.

La Conte: il sociale, la cultura, il territorio.


GRAZIE


Documenti

Clicca qui per scaricare il file: Esempio compilazione
Campagna Soci

Sono Aldo Turati, il presidente della Scuola Musicale Giuseppe Conte di Genova Pegli. Avvicinare le persone alla Musica è la missione della nostra istituzione dal 1896. Questa volta però, sono io a chiederti di avvicinarti un po’ a noi.

Non voglio farla lunga con la storia, anche se in 126 anni di attività ci sarebbe molto da raccontare.
Brevemente, siamo nati come banda municipale, siamo diventati una scuola e oggi siamo per tutti “la Conte”: un posto dove si fa cultura, oltre che imparare a suonare.

Abbiamo sempre guardato avanti, fieri della nostra indipedenza, della nostra libertà di pensiero, della nostra riconosciuta capacità di unire e unirci. Attraverso la Musica. Con insegnanti di alto profilo. Grazie alla partecipazione e al sostegno di tante belle persone. Ecco, questo è “la Conte”.

Essere così, essere “la Conte”, ha significato anche non usufruire di alcuna forma stabile di contribuzione o finanziamento o sponsorizzazione, né pubblica né privata: tutto poggiando sul supporto economico degli associati, allievi e sostenitori.

Per questo, se anche tu riconosci in noi un presidio importante da conservare e sostenere, se apprezzi l’impegno e la determinazione di quanti le dedicano passione, tempo ed energie, ti chiedo di testimoniarlo pubblicamente divenendo Socio della Conte tramite il versamento della quota annuale di 50 Euro.

Ti dico subito che nostri associati non godono di particolari forme di favore. Il loro benefit è permettere a centinaia di ragazzi di coltivare la passione per la Musica; a dare vita ogni anno a stagioni concertistiche, presentazioni editoriali, mostre fotografiche, corsi professionali di formazione; a essere parte attiva di una comunità che si identifica nella sua capacità di fare cultura dal 1896.
Solo 50 Euro l’anno. Non pensi ne valga la pena?

I versamenti possono essere fatti presso la Segreteria (GE Pegli, Via Cialli 6D), a disposizione del pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle 19, o tramite bonifico bancario sul c/c bancario intestato Scuola Musicale Giuseppe Conte, IBAN IT21V0306909606100000001669, BIC BCITITMM.
Sarà cura della Segreteria consegnarti la tessera sociale.

Con orgoglio e riconoscenza
Aldo Turati

Concerto per clarinetto e pianoforte

Concerto per clarinetto e pianoforte alla Sala Conte – Genova Pegli – venerdì 14 aprile 2023, ore 20:30

Proseguono gli Incontri alla Sala Conte, l’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli: venerdì 14 aprile, alle ore 20:30, si esibiranno il clarinettista Lorenzo Marcolongo e il pianista Roberto Logli nel concerto “Note d’Opera”, le più belle arie e romanze della tradizione operistica.

Come sempre, l’ingresso è libero e gratuito.

La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale.


Nel corso del XIX secolo, il clarinetto ebbe un ruolo privilegiato nelle trascrizioni e negli arrangiamenti di fantasie operistiche: la sua immensa espressività e le sue capacità timbriche attirarono l’interesse di molti compositori. Attraverso il suo suono, morbido e brillante allo stesso tempo, il clarinetto era in grado di reinterpretare agevolmente diverse arie d’opera e ciò lo ha reso uno degli strumenti senza dubbio più appropriati per questo scopo.
Con questo concerto per clarinetto e pianoforte si vuol rendere omaggio a Giuseppe Verdi, uno dei massimi artisti del panorama musicale italiano, nonché assoluto protagonista del periodo risorgimentale. È infatti anche attraverso le sue composizioni che il Popolo Italiano raggiunge una maggior consapevolezza in merito all’importanza di conseguire l’Unità Nazionale.

Lorenzo Marcolongo ha conseguito il diploma in clarinetto nel 2000, presso il “Conservatorio F.E. Dall’Abaco” di Verona, dove ha inoltre conseguito, nel 2007, il Diploma Accademico di II Livello in clarinetto e, nel 2008, l’abilitazione all’insegnamento. Durante tale periodo, ha partecipato alla realizzazione di alcune opere in prima esecuzione assoluta sotto il patrocinio dell’Ente Lirico Arena di Verona, quali “L’opera da tre soldi” di Kurt Weill, “L’histoire du Babar, le petit éléphant” di Francis Poulenc, “Pierino e il lupo” di Sergej Prokof’ev, nonché̀ alla prima esecuzione assoluta dell’opera “Notturno” di A. Mannucci presso l’“Europa Festival” di Ferentino (Roma).
Ha svolto attività̀ di perfezionamento dello studio del clarinetto sotto la guida del Maestro Karl Leister e del Maestro Riccardo Crocilla.
Ha ottenuto numerosi riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali tra i quali il “Concorso musicale per giovani strumentisti Città di Valconca”, il “Concorso Musicale Città di Grosseto” e il “Concorso Nazionale Città di Atrazzo” e il concorso “città di Massa”
Come solista ha eseguito le “Variazioni” di G. Rossini per clarinetto e piccola orchestra presso il “Teatro Nuovo” di Verona e il “Concertino” per clarinetto e piccola orchestra di G. Donizetti presso l’Auditorium Civico di Predore. In duo e in varie formazioni cameristiche ha suonato nelle rassegne: “Dalle sei alle sette”, “La musica a scuola”, “Musica in villa” e “Concerti nei giardini”. Numerose le collaborazioni con l’ensemble orchestrale “Antica Pieve”, con l’orchestra “I solisti europei” e con i “Musici di S. Giorgio”. Tra le ultime collaborazioni orchestrali, l’esecuzione dell’opera “Geneviève De Brabant” di Erik Satie ed alcune esecuzioni con l’orchestra “I solisti Europei” di Milano. Attualmente è docente di strumento musicale presso l’Istituto Comprensivo Sampierdarena di Genova.

Roberto Logli ha studiato pianoforte al Conservatorio "N. Paganini" sotto la guida della prof.ssa Lidia Baldecchi Arcuri, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Ha studiato composizione con il maestro A. Amisano, musica da camera con il trio di Trieste a Fiesole e con il maestro M. Damerini a Genova e Jazz con Piero Leveratto. Ha seguito i corsi di perfezionamento a Salisburgo con il prof. Sergei Dorenskij. È vincitore e finalista di numerosi concorsi pianistici. Ha eseguito ed esegue, con vivo successo di critica e di pubblico, concerti in Italia (Teatro Carlo Felice di Genova, sala Verdi di Milano, Sala Congressi di Novara) e all'estero (Monaco, Berlino, Salisburgo, Leiden, etc.) Dal 2000 si è dedicato esclusivamente alla composizione e alla esecuzione di brani propri e di autori del 900 storico. Attualmente è docente di strumento musicale presso l’Istituto Comprensivo Sampierdarena di Genova.


Elia Frino e Mattia Lorenzini

Proseguono gli Incontri alla Sala Conte, l’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli: domenica 19 marzo, alle ore 16, in collaborazione con l’associazione Pegliflora, si esibirà in un concerto classico il giovane pianista Mattia Lorenzini, ospite il pianista Elia Frino.

Come sempre, l’ingresso è libero e gratuito.

Mattia Lorenzini, nato a Genova nel 1998, si avvicina alla Musica all’età di 9 anni. Nel 2012 è ammesso ai corsi pre-accademici di Pianoforte del conservatorio Paganini. Qui inizia a frequentare la classe del M.o Gianfranco Carlascio, sotto la guida del quale consegue nel 2020 il diploma accademico di I livello con il massimo dei voti, la lode e la dignità di stampa della tesi (relatrice Prof.ssa Patrizia Conti).
Attualmente frequenta il secondo anno del biennio specialistico di II livello con il M.o Maurizio Barbaro.
Avvicinatosi al mondo della direzione di Coro grazie a Roberta Paraninfo, frequenta inoltre la Scuola Biennale per Direttori di Coro da poco inaugurata a Genova.
Ha seguito masterclass e corsi estivi di perfezionamento con Gianfranco Carlascio, Irene Veneziano e Maurizio Barbaro. Ha partecipato, inoltre, a lezioni di perfezionamento organizzate dal Conservatorio Paganini con i M.i Pierluigi Camicia, Cristiano Rossi (in qualità di pianista camerista), Roberto Plano e Vovka Ashkenazy.
Ha partecipato a concorsi pianistici nazionali ed internazionali aggiudicandosi diversi primi premi e primi premi assoluti.
Ha tenuto il suo primo concerto solistico nel 2013, a Cutigliano (PT), e nel 2014 è stato invitato dall’associazione “Amici del Carlo Felice e del Conservatorio Paganini” ad un recital al museo d’arte orientale Edoardo Chiassone di Genova.
Nel 2017 ha suonato presso lo Showroom Fazioli di Milano nella rassegna “Dalla lezione al Concerto”. Si è esibito più volte anche per l’Unitre di Alessandria, per l’associazione Liguria Eventi in diverse sedi e in occasione dei Rolli Days di Genova nella cornice di Palazzo Tursi. Nel 2019, ha suonato in duo violino-pianoforte all’oratorio di Sant’Erasmo a Sori. Nel 2020 ha suonato per l’associazione “Amici di Paganini” all’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova, prendendo parte alla maratona che prevedeva l’esecuzione integrale delle sonate per violino e pianoforte di Beethoven. Nel 2021 si è nuovamente esibito per gli “Amici del Carlo Felice e del Conservatorio Paganini”, in collaborazione con la Giovine Orchestra Genovese, in un recital a Palazzo Spinola. Nel 2022 si è esibito a Sanremo, presso Villa Nobel, in un concerto in formazione di trio con clarinetto e violoncello, e, in formazione di duo pianistico (pianoforte a 4 mani e due pianoforti) nel concerto conclusivo della Stagione musicale di Sassello (SV).
Da ottobre 2021 è docente di Pianoforte presso l’Istituto musicale “Alfredo Casella” di Novi Ligure.

La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale.

Giornata Internazionale della Donna

Associazione Donne Insieme in collaborazione con la Scuola Musicale Giuseppe Conte presenta:


Una donna una storia: Maria Montessori
relatrice Prof.ssa Annamaria Anfosso

Sabato 11 marzo 2023 ore 16,00 presso la Sala Conte, Via Cialli 6D Genova Pegli.

La cittadinanza è invitata.

Umberto Musso in concerto

Concerto pianistico alla Sala Conte – Genova Pegli – venerdì 17 marzo 2023, ore 20:30

Proseguono gli Incontri alla Sala Conte, l’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli: venerdì 17 marzo, alle ore 20:30, si esibirà il giovane pianista Umberto Musso nel concerto “La Musica, un ponte tra le Arti”, che proporrà alcuni lavori pianistici del romanticismo inspirati ad altre forme d’arte.
In programma brani di Schumann e Liszt.

Come sempre, l’ingresso è libero e gratuito.

Umberto Musso nasce a Genova nel 2000, a cinque anni si avvicina allo studio del Pianoforte presso la Scuola Musicale Conte e a dodici viene ammesso al Conservatorio Paganini di Genova, dove sta attualmente concludendo il Corso Accademico di primo livello della Scuola di Pianoforte, sotto la guida del M.o Enrico Stellini.
E’ stato vincitore di primi premi di categoria ai concorsi G. Ratto e Virginia Centurione.
Ha suonato alla Haus Die Musik di Vienna e in Casa Barezzi a Busseto, si esibisce come pianista solista o accompagnatore in formazioni cameristiche, dove collabora con prime parti del teatro Carlo Felice di Genova, tra cui Francesco Loi e Luigi Tedone, rispettivamente primo flauto e primo fagotto.
Collabora con la Filarmonica di Arenzano, il coro Genova Vocal Consort, la Banda Regionale ANBIMA, il Teatro dell’Opera Giocosa di Savona.
E’ accompagnatore dei corsi di canto al Conservatorio Paganini di Genova

La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale.

Con il progetto Incontri alla Sala Conte – che di mese in mese vede susseguirsi sul “palco” dell’auditorium concerti, presentazioni editoriali e conferenze, con l’a volte contestuale svolgimento di mostre ed esposizioni nel foyer – la Conte ha arricchito il territorio di un centro culturale pulsante e vivace, luogo di richiamo e punto di riferimento sociale e culturale in ambito cittadino.
L’ampia disponibilità data dall’Associazione nell’offrire l’uso della Sala Conte alle diverse realtà sociali, culturali e istituzionali del territorio, che da tempo trovano nella Conte supporto e collaborazione, ha poi reso la presenza e l’attività dell’Associazione un vero servizio di pubblica utilità nell’ambito delle attività sociali e culturali del territorio, contenitore e laboratorio di formazione e promozione socio-culturale della Città volto a favorire e creare i presupposti per l’avvio di sempre nuove e più ampie sinergie e realizzazioni.


Fotogallery

Aggiornamenti sul Parco più bello d'Italia

Associazione Pegliflora, in collaborazione con la Scuola Conte, presentano la conferenza:
"Aggiornamenti sul Parco più bello d'Italia"
a cura dell'architetto Silvana Ghigino, direttore del Parco Durazzo Pallavicini di Genova Pegli.
Sabato 4 Febbraio 2023, ore 16
Sala Conte, Via Cialli 6D, Genova Pegli
ingresso libero e gratuito


I mosaici di ciottoli a Genova

Associazione Pegliflora, in collaborazione con la Scuola Conte, presentano la conferenza:
"I mosaici di ciottoli a Genova,
forma vievente di una tradizione millenaria"
a cura del maestro Gabriele Gelatti, esperto e restauratore di risseu.
Sabato 18 Febbraio 2023, ore 16
Sala Conte, Via Cialli 6D, Genova Pegli
ingresso libero e gratuito

Mosaico della Memoria

Incontri con la Musica alla Sala Conte
Sabato 28 Gennaio 2023, ore 16


"Mosaico della Memoria, momenti musicali per celebrare la vita" è un concerto pianistico di Roberto Barrali con la partecipazione del soprano Angela Gandolfo.


Il filo conduttore è il ricordo dei momenti che hanno segnato tante vite, sofferenze passate e attuali, tra i momenti più intensi i brani legati al Giorno della Memoria.
Ma è nelle emozioni che tornano ad animare la vita, esattamente come il ritorno paziente della primavera, che il concerto evolve in aree liriche, celebrazione di speranza e desiderio di ripartenza.
L'auspicio quindi è che le nostre vite, riscoprano nell'empatia suscitata dalla Memoria, un accrescimento che possa portare a vivere pienamente.
Mosaico della Memoria percorrerà questo viaggio nelle emozioni, come un mosaico di colori passerà dal viola al giallo, dal freddo più buio all'intensa luce, calore e passione.

Per ricordare l’orrore della Shoah, perché non accada più.

Roberto Barrali
(Pianista, Vocal Coach, Maestro Collaboratore, Maestro di Coro e Direttore d'Orchestra):
Ha studiato presso i Conservatori di Musica "A.Boito" di Parma e "V.Bellini" di Palermo e si è perfezionato con Ennio Pastorino, An Li Pang, Mario Feninger, Piero Rattalino e Ilia Kim, distinguendosi in vari concorsi nazionali e internazionali.

Ha al suo attivo un'intensa attività concertistica come Maestro Accompagnatore di Cantanti Lirici e Solista nei teatri di importanti città italiane ed estere ed ha collaborato come pianista accompagnatore con fondazioni teatrali ed enti lirici esibendosi in prestigiosi luoghi, tra i quali possiamo citare: Teatro Regio, Teatro Farnese, Auditorium del Carmine e Auditorium Paganini di Parma, Teatro Verdi di Busseto, Casa Natale di G.Verdi di Roncole Verdi; Sferisterio di Macerata , "Museo Casa Puccini" di Torre del Lago (inaugurando, in seguito al restauro, il pianoforte appartenuto al Maestro G.Puccini); Teatro Massimo, Teatro Politeama Garibaldi di Palermo; Palazzo Barbarigo-Minotto, Palazzo Polignac, Palazzo Cavagnis a Venezia,
All’estero:  Londra, Zurigo, Winterhtur, Metz, Stoccolma, Nizza etc… Guangzou, Pechino, Tianjin, Wuhan, Shanghai, Fuzhou, Xi'An, Suzhou, Weihai, Jinjian e Fuling.
 
Ha collaborato con importanti direttori d'orchestra tra cui: Daniel Oren, Yuri Temirkanov, Antonio Pappano, Marcello Rota, Daniele Callegari, Andrea Battistoni, Liu Jia, Muhai Tang, Roberto Gianola, Massimo Zanetti, Massimo Taddia, Francesco Ommassini.
Ha collaborato con: Leo Nucci, Giacomo Prestia, Katia Ricciarelli, Marcelo Alvarez, Daniela Dessì, Fabio Armiliato, Norma Fantini, Michele Pertusi, Marco Spotti, Enrico Giuseppe Iori, Luca Salsi, Romano Franceschetto, Lucetta Bizzi, Paola Sanguinetti, Franco Federici, Mauro Biondini, Danilo Rossi (Prima Viola del Teatro alla Scala di Milano), Anna Maria Chiuri, Edoardo Siravo, Aquiles Manchado, Pietro Ballo, Renato Bruson, Francesco Ellero D'Artegna, Maria Luigia Borsi, Mario Giossi, , Giuseppe Altomare, Ignacio Encinas, Vladimir Stoyanov, Philip Gosset

Attualmente è impegnato in concerti e attività didattiche in Italia e all’estero.


Angela Gandolfo

Ha intrapreso da giovanissima lo studio del canto lirico con il M° Pio Bonfanti, affiancandovi parallelamente quello del pianoforte e proseguendo i suoi studi presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma dove si è perfezionata con il M°Franco Federici, il M°Romano Franceschetto ed il soprano Lucetta Bizzi.
Si è esibita nelle maggiori città italiane:  Milano, Parma, Busseto, Roncole Verdi, Verona, Torino, Como, Roma, Venezia, Brescia, Palermo etc
All’estero: Nizza, Stoccolma, Londra, Zurigo, Winterhtur, Metz, Xi'an, Ningbo, Weihai, Suzhou, Jinjiang, Fuling.
Ha collaborato con: Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Mezzosoprano Adriana Lazzarini, Luigi Roni, Michele Pertusi, Anna Maria Chiuri, Katia Ricciarelli, Roberto Barrali.

Ha ricopero i ruoli di:
Sacro e Oratoriale esecuzione della “Via Crucis di Liszt”, soprano solista
“Petite Messe Solennelle” di G. Rossini, soprano solista
Tisbe, "La Cenerentola" di G. Rossini
Violetta in "Traviata" di Giuseppe Verdi
Leonora ne "Il Trovatore" di Giuseppe Verdi
Gilda ne "Rigoletto" di Giuseppe Verdi
altri ruoli: Cio Cio San (Madama Butterfly), Nella (Gianni Schicchi), Suor Genoveffa (Suor Angelica)

Attualmente si esibisce in concerti in Italia e all’estero, laureata con lode in Canto Lirico presso il Conservatorio di Parma.

Open Day 2023

Scuola Musicale Conte, GE Pegli – Conte Open Day 2023 – sabato 23 settembre ore 15-19.

Ogni anno, a Settembre, periodo di apertura delle iscrizioni e avvio delle lezioni del nuovo anno scolastico, la Scuola Musicale Giuseppe Conte apre liberamente la propria sede di Via Cialli 6D a Genova Pegli, così che tutti abbiano la possibilità di visitare i locali e gratuitamente e senza impegno incontrarsi, colloquiare e provare con i docenti della Scuola, prendere informazioni e appuntamenti presso la segreteria e incontrare gli amministratori.

Quest’anno il Conte Open Day si svolgerà sabato 23 settembre, dalle ore 15 alle 19.

Per tutto il tempo si succederanno esibizioni di molti degli insegnanti, nonché degli allievi delle Voci Bianche, del Coro della Conte e del Laboratorio artistico espressivo Musical.

Dettagli sugli orari sono disponibili presso la Segreteria della Conte: tel.0106982814, email segreteria@scuolaconte.it.

Saranno quest’anno graditissimi ospiti all’avvio alle ore 15: il Vicedirettore del Conservatorio “Vivaldi” di Alessandria, prof. Marco Santi, il Provveditore agli Studi di Genova, dott. Alessandro Clavarino, la Vicepresidente della Conferenza Cittadina delle Istituzioni Scolastiche Autonome di Genova, dott.ssa Maddalena Carlini, il referente italiano dell’Experience Workshop Global STEAM Network, prof. Andrea Capozucca, il Presidente del Municipio VII Ponente Genova, ing. Guido Barbazza.

Il Comune di Genova ha dato il suo patrocinio, indicando che “… la concessione di patrocinio indica l’apprezzamento ed il pubblico riconoscimento da parte dell’Amministrazione Comunale del valore dell’iniziativa …”.

La sede della Scuola Conte è situata in prossimità di fermata bus, attracco navebus, stazione ferroviaria e casello autostradale e gli accessi ai locali sono adeguati anche per persone con disabilità motorie.

Informazioni su corsi e insegnanti sono disponibili sulle pagine del sito Conte: www.scuolaconte.it.

 

Iscrizioni ai corsi 23/24

Scuola Musicale Giuseppe Conte, GE Pegli – Iscrizioni A.S. 2023/2024

Lunedì 4 settembre si sono aperte le iscrizioni ai corsi 2023/2024 della Scuola Musicale Giuseppe Conte.
La segreteria è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle 19, sia in presenza presso la sede di Via Cialli 6D a Genova Pegli sia via mail all’email info@scuolaconte.it sia telefonicamente al numero 0106982814.

L'attività didattica della Scuola Conte è organizzata in corsi annuali di livello amatoriale, professionale e di perfezionamento e vede coesistere corsi tradizionali, legati alla cultura classica, e corsi innovativi, appartenenti alle culture e alle tendenze più recenti. I corsi sono tenuti da docenti qualificati e da affermati professionisti.

Nell'ampia sede sono messe a disposizione degli allievi sale per lo studio, un auditorium e un ampio foyer, per consentire al meglio occasioni di studio e di incontro e socialità. Non manca poi la presenza di un servizio ristoro, così da poter fruire di momenti di pausa in studio condiviso e socializzazione.

La maggior parte dei corsi individuali sono fruibili anche on line, tramite la piattaforma Microsoft Teams, e un occhio di particolare riguardo è dedicato ai giovanissimi, cui sono in particolare rivolti i corsi collettivi di Propedeutica e Voci Bianche, nonché il corso di Musica in Gruppo. I diciottenni posso usufruire del Bonus18app e quanti, adulti, vogliano unire studio e socializzazione, trovano risposta nei corsi di Coro e di Musica d’Insieme.

L'ampio periodo di proposizione dei corsi, l’articolata cadenza delle lezioni e la loro ampia disponibilità oraria tendono alla soddisfazione e al coinvolgimento del più vasto ed eterogeneo pubblico.

La sede della Scuola Conte è situata in prossimità di fermata bus, attracco navebus, stazione ferroviaria e casello autostradale e gli accessi ai locali sono adeguati anche per persone con disabilità motorie.

Informazioni su corsi e insegnanti sono disponibili sulle pagine di questo sito.