Coro della Conte


Insegnante Claudio Isoardi

«Il canto è la forma comunicativa più piena, più ricca e più espressiva:
cantando, infatti, si dona e ci si dona con maggiore intensità».

Lo scopo di un bel Coro è di ottenere un effetto di grande omogeneità:
sentire più voci che cantano come se fossero una sola. Cantare insieme agli altri significa riuscire ad armonizzare e modulare la propria voce (il proprio suono) e anche il proprio respiro, sincronizzando i tempi di respirazione col gruppo. Nel canto corale tutte le voci affini, le quali abbiano anche timbriche differenti, cercano un’omogeneità comune, per ottenere un effetto corposo e unitario, appunto, un bell’effetto corale.

Perché cantare in Coro?
Cantare in Coro è un'ottima occasione per avvicinarsi al canto ed è spesso suggerito come primo passo in un percorso didattico utile per imparare a cantare. Si impara a respirare più correttamente e a sostenere il respiro con il diaframma, così la voce sgorga e, ai fini della fonazione, la gola ne giova: «Il canto - spiega il Professor Bjorn Vichoff – è una forma di respirazione controllata, che in sostanza come lo yoga insegna ai polmoni a respirare meglio», si attivano e armonizzano muscoli e postura, si educa e allena l’orecchio, si acquisisce e matura il senso del ritmo e del tempo.

Le premesse necessarie sono poche:
una voce, un orecchio, buona volontà e un pizzico di spirito di gruppo.

Il Coro della Conte
è un gruppo nato nel 2013 in seno alla Scuola Musicale Giuseppe Conte di Pegli ed è espressione dei Corsi didattici offerti dalla Scuola. È un nutrito ensemble di ragazzi che hanno in comune gioia, entusiasmo e passione di fare musica insieme e che condividono un percorso formativo artistico rivolto alla crescita individuale in gruppo, attraverso il canto corale. I principi ispiratori che guidano l’attività settimanale mirano a motivare e arricchire ogni singolo cantante attraverso una crescente consapevolezza nell'uso dello strumento vocale, con metodi finalizzati all’apprendimento in un contesto di gioco e divertimento.
L’approccio didattico e scientifico si è avvalso fin da subito di Seminari dedicati a conoscere più a fondo la fisiologia e i meccanismi dell'emissione vocale, di interpretazione e di espressività corale, per consentire un uso della voce il più consapevole possibile: Seminario di Foniatria, con la dott.ssa Antonella Giusti; Seminario di Logopedia, con la dott.ssa Paola Magaldi, Seminario di Coralità moderna col Maestro Gianni Mini e Seminario di Voicecraft con la Jazz Singer Erika Celesti.

Il Coro coltiva la polifonia a voci miste a indirizzo moderno e affronta variegati generi non classici:
Gospel, Spiritual, Blues, Jazz, Afro, Etnica, Leggera, Pop, Musical, Celtica, World Music, New Age e si avvale della collaborazione strumentale di tre pianisti: Enrico Appiani, Gianluigi Mantovani, del Prof. Alberto Perfetti ed è diretto dal Maestro Claudio Isoardi.

Il Coro della Conte,
in questi anni di attività, si è cimentato in svariate pubbliche esibizioni nell'ambito delle realtà locali presenti sul territorio, anche in occasioni di ampio richiamo e in collaborazione con altre Formazioni Vocali e Associazioni Corali;
- la partecipazione al Convegno delle Corali Liguri 2016/2017 e 2018 - Festival Nazionale della Polifonia e del Folklore;
- la partecipazione alla trasmissione “Tappeto Rosso” su Telenord - giugno 2016;
- la partecipazione al Festival della Scienza 2015 (tema “Equilibrio”); 2016 (tema “Segni”) e 2018 (tema “Cambiamenti”) in stretta sinergia con la Biblioteca Universitaria di Genova, sia per quanto attiene alle attività didattico-conferenziali del Festival, sia per quanto riguarda attività laboratoriali promosse dalla stessa Biblioteca.

“Passione, Entusiasmo e Metodo”
è il motto del quale il Coro è fervido propugnatore in ogni sua esibizione.

Il Coro della Conte “crea la magia degli accordi”.


Fotogallery


Video


Gli insegnanti del corso

Claudio Isoardi

Insegnante


Claudio Isoardi, nato a Saluzzo (CN) nel 1969, ha conseguito il Diploma di Pianoforte, presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino – sez. staccata di Cuneo, nel 1994; il Diploma di Musica Corale e Direzione di Coro, presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino, nel 1997 ed ha frequentato il corso di Composizione (sino al VII anno) col M.o Alessandro Ruo Rui, presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino. Ha seguito corsi di perfezionamento pianistico, corsi di vocalità corale (nel 1993 col M° Jonas Klezli, dell’Accademia “Liszt” di Budapest) ed ha partecipato ai Seminari di Studio tenuti dal M.o Peter Erdei, dell’Accademia “Liszt” di Budapest.
Dal 1990 ha collaborato con la Società Corale “Città di Cuneo” diretta dal M.o Andrea Bissi, in occasione delle esecuzioni: “Requiem” K626 di W.A.Mozart, nel 1991; Messa in re magg. op.86 di A.Dvorak, nel 1993; “Messiah” di G.F.Haendel, nel 1999; “Vespri” op.37 di S.Rachmaninov e Messa in si min. BWV232 di J.S.Bach, nel 2000. Ha partecipato all’incisione della Messa op.86 e di “V Prirode” di A.Dvorak in CD, nel 1994.
Dal 1994 ha svolto attività didattica, ricoprendo cattedre di insegnamento presso Civici Istituti Musicali di Saluzzo, Busca, Sanfront, Villanova Mondovì, Revello e Boves ed è stato docente dei Corsi Regionali per Coro di Voci Bianche, presso il Civico Istituto Musicale di Sanfront (CN).
Ha collaborato a vario titolo con diversi gruppi corali della Provincia di residenza.
Dal 1994 al 1997 è stato direttore artistico e maestro del coro della CORALE VILLANOVESE (a Villanova di Mondovì) e dell’Associazione Corale I POLIFONICI DI SALUZZO che ha guidato in molti concerti e con cui ha partecipato a Rassegne Corali Internazionali (nel 1995 ha preparato il coro per l’esecuzione della IX Sinfonia di L.v.Beethoven, nell’ambito della “Printemps Musical Européen de Toulon et du Var”). Ha affrontato la direzione di brani corali tratti dalla polifonia classica e di autori romantici (in particolare, di J.Brahms: Ave Maria op.12; Marienlieder op.22; Mottetti a cinque voci op.29; Geistliches Lied op.30; Liebeslieder Walzer op.52; Mottetti per doppio coro op.109).
Ha ideato ed elaborato la manifestazione: “Maggio Musicale a Staffarda”, patrocinata dall’Ordine Mauriziano di Torino, organizzata dall’Associazione Corale I POLIFONICI DI SALUZZO e ne ha curato la direzione artistica per le edizioni del 1996 e del 1997.
Ha studiato canto lirico coi Maestri: Marco Lazzara, Gabriella Ravazzi, Oslavio Di Credico, Enzo Sordello, Alessandro Inzillo. Ha preso parte ad alcuni allestimenti nell’ambito del Laboratorio Lirico dell’Associazione “Spazio Musica”, diretta artisticamente da Gabriella Ravazzi, a Orvieto nell’estate 2001.
Ha collaborato con il Coro Filarmonico “Ruggero Maghini” di Torino, diretto dal M.o Claudio Chiavazza, per quanto attiene alle produzioni effettuate con l’Orchestra Nazionale della Rai, dal 2001. Ha collaborato con l’“Athestis Chorus” di Este, diretto dal M.o Filippo Maria Bressan, per quanto attiene alle produzioni con l’Orchestra Nazionale della Rai, dal 2002.
Da luglio 2002 lavora stabilmente in qualità di Artista del Coro – corda: Tenore, presso della Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova.
Nel 2013 ha partecipato al Seminario sulla Coralità moderna del M. Gianni Mini. Nel 2014 al Seminario di Foniatria della Dott.ssa Antonella Giusti, del Seminario di Logopedia della Dott.ssa Paola Magaldi, del Seminario sulla voce parlata e cantata “Il viaggio della voce” del Prof. Franco Fussi. Nel 2017 al Seminario sul Voicecraft della Jazz Singer Erika Celesti e allo stage “Jazz & Pop Choral Workshop” del M. Bertrand Groeger.
Ha collaborato col Prof. Alessandro Iscra e con la Dott.ssa Oriana Cartaregia della Biblioteca Universitaria di Genova, in qualità di co-relatore per le attività artistico-conferenziali dei Festival della Scienza: nel 2015 “L’Affascinante Equilibrio delle Voci e dell’Arte Grafica: alla ricerca dell’armonizzazione della parola scritta e cantata” (tema “Equilibrio”); nel 2016 “Dal Pentagramma agli Hertz” (tema “Segni”); nel 2018 “Cambiamento del linguaggio dei suoni nei secoli: Consonanza, Dissonanza e la Scrittura Musicale” (tema “Cambiamenti”).
Effettua attività didattica presso la Scuola Musicale Giuseppe Conte di Genova Pegli dal 2010 e dal 2013 dirige il Coro della Conte. Collabora artisticamente con alcune formazioni vocali, fra le quali l’Ensemble Simone Molinaro.

Leggi descrizione