caricamento

LE DOMENICHE DEI VIRTUOSI

La Scuola Musicale Giuseppe Conte ha avviato quest’anno un’importante collaborazione con Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura che prevede, di mese in mese di settimana in settimana: conferenze, concerti, seminari e diverse altre iniziative, anche fuori da Palazzo Ducale.

Conclusasi il 27 marzo la serie di otto incontri “la Musica e la sua Storia” iniziata il 16 gennaio, gratificata da uno straordinario successo, inizia il 2 aprile una rassegna di sei concerti di musica antica, “Le Domeniche dei Virtuosi”, incentrati su Palazzo Ducale e le Chiese intorno ad esso e l’Accademia dei Virtuosi, ensemble stabile della Scuola Conte.


---------------------------------------------------


LE DOMENICHE DEI VIRTUOSI

Rassegna di musica antica intorno a Palazzo Ducale, Genova

aprile-maggio 2010

Sei concerti, proposti all’interno di strutture architettoniche di rilevanza storica e culturale, costituiscono una rassegna che unisce musica conosciuta a repertori più insoliti e strettamente legati a Genova.
La Scuola Musicale Giuseppe Conte, attenta da sempre alle realtà musicali locali e alla valorizzazione di composizioni meno praticate, propone, con l’“Accademia dei Virtuosi” - ensemble barocco vocale e strumentale della Scuola Musicale Giuseppe Conte e Cappella Musicale della Chiesa di San Torpete in Genova - un repertorio corale antico, sacro e profano.
Diretta dal maestro Luca Franco Ferrari - musicista genovese da anni impegnato nella riscoperta, valorizzazione ed esecuzione, secondo criteri filologici, di musiche sei-settecentesche autoctone e non - l’Ensemble affianca allo studio di autori preromantici poco conosciuti l’esecuzione di loro composizioni.

ingresso libero e gratuito


VENERDÌ 2 APRILE, ORE 21.00
Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio
“Pour la Chapelle Royale”
François Couperin: Leçons de Ténèbres
Accademia dei Virtuosi, ensemble vocale e strumentale
Luca Franco Ferrari, direttore
-
La ricostruzione musicale della liturgia per il Venerdì Santo, così come era officiata a Parigi alla fine del ‘600 presso la Chapelle Royale. Musica “a lume di candela”, con emozionanti sonorità femminili, ora meste ora scalpitanti.


DOMENICA 11 APRILE, ORE 18.00
Chiesa di San Luca
“A pizzico e per arco”
Trii per violino, chitarra e violoncello di Giuliani e Paganini
Accademia dei Virtuosi, ensemble strumentale
-
La grande scuola cameristica genovese e i suoi sostenitori nazionali, in un perfetto equilibrio tra funambolico virtuosismo e godibilità “salottiera”. Il tutto connotato dalla affascinante “autenticità” sonora degli strumenti originali.


DOMENICA 18 APRILE, ORE 17.30
Chiesa di San Pietro in Banchi
“La chitarra del maestro Paganini”
Capricci, sonate e romanze di Paganini, Legnani e Carulli
Luca Soattin, chitarra ottocentesca
-
L’aspetto intimo e non esteriore del grande virtuoso genovese, in un programma che presenta il repertorio a lui più caro e da lui stesso eseguito, attraverso uno degli strumenti che, ancora prima del violino o quantomeno parallelamente, avvicinarono il giovane Niccolò all’amore per la Musica.


DOMENICA 2 MAGGIO, ORE 17.30
Chiesa di San Pietro in Banchi
“Il pastor fido”
Sonate per traversiere e continuo tra Italia e Francia
Giovanni Battista Columbro, flauto traversiere
Fausto Solci, violoncello barocco
Luigi Fontana, clavicembalo
-
In ogni epoca, e a maggior ragione durante tutto il periodo barocco, lo “stile italiano” è fonte di imitazione e ispirazione attraverso tutte le scuole compositive europee. Soprattutto in Francia, rigidamente nazionalista e conservatrice, da parte di noti musicisti dell’epoca, a volte anche in maniera incognita.


DOMENICA 9 MAGGIO, ORE 21.00
Chiesa di San Torpete
“Le Roi danse”
Musica a corte tra XVI e XVII secolo
Silvano Rodi, organo
-
Anche uno strumento solenne e rigoroso come l’organo può trasformarsi in una inesauribile sorgente di ritmi vivaci e trascinanti. La danza attraversa spesso -come origine, ispirazione o citazione- le trame compositive del repertorio rinascimentale e barocco.


DOMENICA 16 MAGGIO, ORE 21.00
Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio
“Cuncti simus concanentes”
Musica al tempo del Doge Gabriele Adorno
Accademia dei Virtuosi, ensemble vocale e strumentale
Luca Franco Ferrari, direttore
-
Un medioevo austero, solenne, ma estremamente luminoso. Nella multinazionalità dei più disparati stili, repertori e strumenti utilizzati si ravvisa la vocazione commerciale, di contatto e di esplorazione di una Genova all’alba della sua gloriosa storia mercantile e politica.