caricamento

Stabat Mater - per soli, coro e pianoforte


Commemorazione del 150° anniversario dalla morte di Gioachino Rossini
Stabat Mater - per soli, coro e pianoforte


Martedì 13 novembre alle ore 21 avremo il piacere di ospitare l’esecuzione di una delle opere più significative nel panorama delle composizioni di Gioachino Rossini: lo Stabat Mater. Si tratta di un nuovo appuntamento concertistico, ad ingresso libero e gratuito, per la stagione degli Incontri alla Sala Conte presso l’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli.
L’esecuzione sarà proposta nella versione per soli, coro e pianoforte dalla Società dei Concerti Genova Vocal Consort sotto la direzione del M° Pierluigi Rosso; al pianoforte Umberto Musso; solisti: Annalisa Cerretti – soprano; Cristiana Emoli – mezzosoprano; Eder Sandoval – tenore; Marco Piretta - basso.
E’ per noi motivo di orgoglio potervi presentare questo capolavoro assoluto del compositore pesarese il 13 Novembre, data nella quale spirò nella sua villa vicino a Parigi, in un freddo e piovoso autunno del 1868. E’ stato fortemente voluta sia dal Genova Vocal Consort sia dalla Scuola Musicale Giuseppe Conte la proposizione dello Stabat Mater proprio in questa data, per sottolineare, con il doveroso rispetto, la commemorazione nell’effettiva data della morte. Non è casuale che l’opera scelta per tale ricorrenza sia proprio questo struggente affresco in musica; una delle più importanti composizioni sacre di Gioachino Rossini, insieme alla Petite Messe Solennelle. Dieci passi, tanti quanti i brani nella sequenza dello Stabat Mater, all’interno del percorso di dolore di una madre, della Madre, di fronte alla morte di un figlio, del Figlio, accompagnati dal testo di Jacopone da Todi così intenso sin dalle prime parole di attonito ed impotente stupore doloroso – Stabat Mater dolorosa Juxta crucem lacrimosa, Dum pendebat filius – per giungere alla grandiosa, michelangiolesca, fuga finale composta con eccezionale maestria da un Rossini particolarmente ispirato. Ed anche noi, spettatori di questa liturgia musicale, ci inchiniamo di fronte alla morte di un figlio della Musica, dell’immenso Gioachino Rossini, nel giorno del ricordo, ascoltando, a nostra volta, con stupita e muta meraviglia, questo capolavoro.

La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale ed è dotata di servizio ristoro nell’ampio foyer.


Commenti

Nessun commento

Inserisci commento

Per inserire i commenti necessario aver fatto il login.