caricamento

Fratelli Frilli Editori alla Sala Conte

Venerdì 7 aprile alle ore 18 presso la Sala Conte, l’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte in Via Cialli 6D a Genova Pegli, in collaborazione con Fratelli Frilli Editori, nuova prestigiosa attiva presenza alla storica associazione pegliese, le autrici Alessandra Alioto e Rosalba Repaci, intervistate da Ilaria Valente, presenteranno il loro romanzo giallo-noir “LA DOLCE MORTE”.
L’ingresso è libero gratuito.

Il romanzo tratta della prima indagine del Maresciallo dei Carabinieri di Genova Massimo De Scalzi. Incaricato di indagare sulla misteriosa morte di un’anziana signora ospite nella casa di riposo di Villa Graziosa, De Scalzi dovrà vincere l’imbarazzo che il luogo teatro del tragico evento gli provoca. Negligenza oppure omicidio? Con l’aiuto della caposala Gilda il Maresciallo si troverà ad esplorare una realtà a lui finora sconosciuta e così facendo accompagnerà il lettore in un giallo dal finale a sorpresa.

Alessandra Alioto è nata a La Spezia nel 1966 e vive a Rapallo. Svolge la professione di Educatrice Professionale da più di vent’anni, in ambito scolastico e sociale. Adora il suo lavoro. Divoratrice di libri da sempre, scrittrice compulsiva da poco. Scrivere con l’amica, ex collega di lavoro, Rosalba, le ha dato modo di condividere con i personaggi dei loro libri un vissuto sociale proprio della vita reale.

Rosalba Repaci è nata a Genova nel 1969 e vive a Recco. Ha condiviso con Alessandra una professione legata al sociale con un'esperienza ventennale nel mondo dell'anziano. Le due amiche, complici nel guardare gli altri con un’attenzione non comune, hanno deciso di assecondare la loro passione per la scrittura, dedicandosi a raccontare storie che rispecchino i loro valori. Le sue passioni sono la lettura, il cinema e la musica italiana. Il tarlo della scrittura le ha cambiato la vita.


La Sala Conte, fulcro delle iniziative pubbliche della Conte, è situata in prossimità di fermata bus, stazione ferroviaria e casello autostradale ed è dotata di servizio ristoro nell’ampio foyer.


Villa Graziosa è una casa di riposo come ce ne sono tante a Genova. In questa comunità la morte ha una cadenza quasi quotidiana che spesso passa inosservata. Ma non per Franca, bollita nell’acqua a 50 gradi, in una vasca da bagno. Una negligenza inaccettabile dell’infermiera Angela, oppure un omicidio? Massimo De Scalzi, il Maresciallo dei Carabinieri incaricato delle indagini, ha il compito di risolvere questo mistero. Pur essendo un uomo concreto, tutto d'un pezzo, fedele alla propria coscienza e all'Arma, rigorosamente in quest'ordine, scopre che Villa Graziosa gli provoca un profondo imbarazzo, mettendolo di fronte alle proprie fragilità. In quella casa di riposo molti ospiti convivono con il loro “non senso” e sopravvivono in un limbo di inconsapevolezza. Con la guida di Gilda, la caposala con la quale De Scalzi ha instaurato un rapporto di fiducia reciproca, il Maresciallo esplora una realtà che non conosce affatto.


Commenti

Nessun commento

Inserisci commento

Per inserire i commenti necessario aver fatto il login.