caricamento

TROMBONI IN CONCERTO

Domenica 31 maggio torna a Genova VoltriCamminMangiando”: l’evento culturale e gastronomico organizzato dalla Pro Loco Voltri2000 nel parco di Villa Duchessa di Galliera e presso il Santuario di Nostra Signora delle Grazie; splendida occasione per scoprire le meraviglie di una delle ville storiche di Genova e gustare piatti tipici locali.
L'edizione CamminMangiando di quest’anno – inserita nel contesto dei Rolli Days genovesi in una versione dedicata anche a Villa Duchessa di Galliera e organizzata nell'ambito di Expo Milano 2015 – vedrà anche, alle ore 16.30 presso il Santuario di Nostra Signora delle Grazie con ingresso libero e gratuito, l'evento “Tromboni in Concerto”: il concerto dei trombonisti del corso di perfezionamento tenuto presso la Scuola Musicale Giuseppe Conte di Genova Pegli dal Maestro Gianluca Scipioni, primo trombone dell'Orchestra del Teatro Regio di Torino, accompagnati al pianoforte dal M.o Emanuele Leomporri.

Un grandissimo compositore come Hector Berlioz, tratteggiando le caratteristiche di uno strumento musicale, affermò che ne esisteva uno solo capace di esprimere un ampio spettro di suggestioni sonore; dal “calmo e posato accento religioso” al “clamore selvaggio dell’orgia”: il Trombone.
Non meraviglia, quindi, se famosi autori, da Monteverdi a Mozart, Beethoven, Schubert, Brahms, Wagner, Mahler e Richard Strauss, abbiano avuto un occhio di riguardo nelle loro composizioni per questo strumento, anche scrivendo brani utilizzandolo come solista.
Il Trombone oltrepassa ormai i cinquecento anni di storia ed è uno dei “grandi vecchi” delle formazioni orchestrali, ma è anche, al contempo, uno degli strumenti “principe” della musica jazz.
Con queste premesse, il concerto di domenica pomeriggio propone un excursus attraverso alcune centinaia di anni, comprendendo, al fianco d’autori forse meno conosciuti, alcuni brani di grandi maestri quali Benedetto Marcello, Nikolaj Rimskij-Korsakov, Camille Saint-Saens, fino a congedarsi sulle note del Libertango di Astor Piazzolla.

Un concerto di grande fascino e particolarità