caricamento

GRANDE CLASSICA AGLI INCONTRI ALLA SALA CONTE!!

Daniela e Marina Ghigino

Grande Classica agli Incontri alla Sala Conte (GE Pegli, Via Cialli 6D), venerdì 23 Novembre prossimo alle 21, con il Duo Ghigino: Marina, violino, e Daniela, pianoforte, eccellenza dei rispettivi strumenti.

In programma la Sonata in Sol minore - canto del cigno del Debussy compositore ed esecutore, che si congedò dal suo pubblico proprio con l’esecuzione di questo brano nel 1917 - lo Scherzo dalla Sonata F-A-E di Brahms - curioso esempio di composizione a più mani, alla quale lavorarono infatti in altri movimenti Schumann e Dietrich - e un omaggio ad un capolavoro del venticinquenne Beethoven: la Sonata n. 9, meglio nota come “a Kreutzer”, monumento sonoro di virtuosismo assoluto.
L’ingresso è libero e gratuito (è possibile, nei limiti della capienza, tenere prenotati posti a sedere fino alle ore 21 scrivendo a info@scuolaconte.it).

Marina, già Primo Violino di spalla dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, e Daniela, titolare della cattedra di Pianoforte principale al conservatorio Verdi di Milano, svolgono attività concertistica in duo e come componenti del Klavierquartett di Milano, riscuotendo sempre vivissimi consensi di pubblico e di critica in Italia e all'estero. Alle numerose registrazioni effettuate per le istituzioni radio-televisive europee si aggiungono le incisioni discografiche con musiche di Giardini, Beethoven, Schubert, Schumann e R. Strauss.

L’auditorium della Scuola Musicale Giuseppe Conte torna ad essere il fulcro delle iniziative residenziali dell’Associazione – concerti, conferenze, saggi, incontri, presentazioni, seminari e mostre – nonché spazio a disposizione delle diverse associazioni culturali del territorio che da anni trovano nella Conte supporto e collaborazione, così come lo fu nella sede di Via Piandilucco dal 1998 al 2003.
Con il progetto Incontri alla Sala Conte, l’Associazione intende sviluppare, sulla scia di quanto fatto allora, un progetto culturale che veda la soddisfazione e il coinvolgimento del più vasto ed eterogeneo pubblico, con l’obiettivo di rendere questo spazio un autentico servizio di pubblica utilità nell’ambito delle attività sociali e culturali del territorio, incentivando la partecipazione di tutti i cittadini alla vivace vita culturale del territorio.