caricamento

Norme

Il funzionamento dei corsi scolastici è regolato dal Titolo IV del Regolamento Interno dell’Associazione, sottoriportato, che tutti gli allievi sono tenuti a leggere e sottoscrivere all’atto dell’iscrizione.

La rateazione della retta di frequenza, di cui agli Articoli 3 e 6, è anche esemplificata in un apposito calendario annuale, esposto in sede.

Il Regolamento Interno:

Art.1 - Ogni persona può iscriversi ai corsi scolastici dell’Associazione facendone domanda al Consiglio di Amministrazione in forma scritta e versando la quota di iscrizione, stabilita dal Consiglio stesso. Il Consiglio comunica il risultato della domanda d’ammissione entro la fine del mese corrente, trascorsa la quale la domanda s’intende accettata. Il Consiglio può in qualunque momento escludere l’allievo che ritenga non più in grado di partecipare al raggiungimento dello scopo del corso o inosservante delle disposizioni organizzative dei corsi. L’esclusione dell’allievo deve essere comunicata all’interessato in forma scritta ed è immediatamente efficace.

Art.2 - All’atto dell’iscrizione ogni allievo riceve la tessera sociale, che deve conservare con cura. Tutti gli allievi, nel frequentare la sede sociale, devono essere sempre in possesso della propria tessera e pronti a esibirla per eventuali verifiche amministrative.

Art.3 - Inizio e termine dell’anno scolastico sono stabiliti di anno in anno dal Consiglio di Amministrazione, osservando mesi amministrativi di lezione di quattro settimane, come da  calendario esposto in sede. Nel corso dell’anno scolastico non si svolgono di norma lezioni nei seguenti giorni, riconosciuti festività nazionali: l’1 novembre, Ognissanti, l’8 dicembre, Immacolata Concezione, il 25 Dicembre, Natale (se non già compreso nel periodo di chiusura natalizia), il 26 Dicembre, S. Stefano (se non già compreso nel periodo di chiusura natalizia), l’1 Gennaio, Capodanno (se non già compreso nel periodo di chiusura natalizia), il 6 gennaio, Epifania (se non già compreso nel periodo di chiusura natalizia), la Domenica e il Lunedì di Pasqua, il 25 aprile, Anniversario della Liberazione, l’1 maggio, Festa del Lavoro, il 2 giugno, Festa della Repubblica, il 24 giugno, Santo patrono locale. Le lezioni che avrebbero dovuto svolgersi in questi giorni devono essere recuperate, a cura dell’insegnante e di concerto con gli allievi coinvolti, di preferenza nel corso del mese amministrativo corrente o, comunque, entro e non oltre il mese amministrativo successivo (o anche svolte in questi giorni, se di concerto fra insegnante e allievi coinvolti). Eventuali difformità distintive di alcuni corsi sono comunicate dalla Segreteria all’atto dell’iscrizione.

Art.4 - All’atto dell’iscrizione la Segreteria comunica all’allievo l’organizzazione e le proposte formative distintive del corso prescelto. La mancata adesione a una o più delle proposte disponibili non muta l’entità della quota di frequenza mensile dovuta per il corso prescelto, stabilita dal Consiglio di Amministrazione. In caso di iscrizione di uno stesso allievo a più di un corso è dovuto il versamento di una sola quota di iscrizione.

Art.5 - E’ facoltà della Segreteria modificare il calendario delle lezioni nel corso dell’anno scolastico per prioritarie necessità d’ordine organizzativo.

Art.6 - L’anno scolastico è suddiviso amministrativamente nei diversi mesi della sua durata, come anzidetto all’Art.3; ogni allievo deve provvedere al pagamento della propria quota di frequenza mensile entro e non oltre la fine del mese amministrativo precedente, pena l’esclusione dal corso. Il versamento deve essere fatto presso la Segreteria, negli orari di apertura al pubblico, che annulla opportunamente la casella del mese amministrativo interessato sul retro della tessera sociale dell’allievo, consegnatagli all’atto dell’iscrizione. In casi particolari, quali quello di allievi che frequentano le lezioni al di fuori dell’orario di Segreteria, il versamento può essere fatto all’insegnante, se disponibile; in tal caso l’allievo deve anche consegnare la tessera sociale, per l’opportuno annullo mensile da parte della Segreteria. La tessera gli è restituita dall’insegnante in occasione della successiva lezione. Eventuali difformità distintive di alcuni corsi sono comunicate dalla Segreteria all’atto dell’iscrizione.

Art.7 - Gli allievi devono frequentare assiduamente e con puntualità le lezioni secondo il calendario stabilito dall’Amministrazione. Essi devono procurarsi per tempo il materiale didattico previsto dal corso scolastico prescelto e mantenere altresì un contegno corretto sia durante le lezioni sia nell’entrare e nell’uscire dai locali di attività scolastica e dell’Associazione. Nulla è dovuto all’allievo che, per qualsiasi ragione, non sia presente alla lezione o vi giunga in ritardo.

Art.8 - L’allievo che intende ritirarsi prima della fine dell’anno scolastico deve darne comunicazione scritta all’Amministrazione prima dell’inizio del suo ultimo mese amministrativo di lezione.

Art.9 - Nel caso eccezionale di assenza dell’insegnante alla lezione programmata, la stessa deve essere recuperata, a cura dell’insegnante e di concerto con gli allievi coinvolti, di preferenza nel mese amministrativo corrente o, comunque, entro e non oltre il mese amministrativo successivo.

Art.10 - Ogni allievo, se selezionato (secondo disponibilità e capacità), deve essere presente ai saggi scolastici, salvo l’ottenimento di speciale permesso dall’Amministrazione, pena l’esclusione dal corso.

Art.11 - Al di fuori degli orari di lezione, i locali della Scuola possono essere messi a disposizione degli allievi che ne facciano, con opportuno anticipo, motivata richiesta scritta all’Amministrazione.

Art.12 - L’uso di attrezzature e strumenti musicali della Scuola è riservato alle persone esplicitamente autorizzate dall’Amministrazione.

Art.13 - - L’accesso ai locali della sede sociale è riservato ai soci e agli equiparati.