caricamento

Accademia dei Virtuosi

L'ensemble stabile specializzato nell'esecuzione del repertorio corale preromantico, sacro e profano
Il M° Ferrari Accademia dei Virtuosi Accademia dei virtuosi
Attenta da sempre alla valorizzazione dei repertori compositivi meno praticati e alle realtà musicali locali, la Scuola Musicale Giuseppe Conte decise nel 2005 di costituire un ensemble stabile specializzato nell’esecuzione del repertorio corale preromantico, sacro e profano. Nasceva così l’“Accademia dei Virtuosi”, che debuttò nel Dicembre dello stesso anno con l’esecuzione del Vespro Solenne di Biagio Marini.
Affidato alla direzione di Luca Franco Ferrari, musicista genovese da anni impegnato nella riscoperta, valorizzazione ed esecuzione, secondo criteri filologici, del repertorio musicale sei-settecentesco autoctono e non, l’Ensemble affianca allo studio di autori poco conosciuti l’esecuzione di loro composizioni, con particolare attenzione al periodo preromantico, ma senza disdegnare i repertori meno noti di tutto l’ottocento fino al novecento storico. 
L’organico, dall’assetto variabile secondo le esigenze musicali, prevede un nucleo stabile vocale, cui si aggiungono strumenti originali o copie di essi. 
Intento principale della Conte è costituire una realtà concertistica professionale che affronti e diffonda quel repertorio cinque-sei-settecentesco oggigiorno raramente riproposto secondo criteri “originali”.
L’Accademia dei Virtuosi ha tenuto numerosi concerti nell’ambito di importanti manifestazioni concertistiche e culturali, dando anche vita nel 2010, in collaborazione con Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, a una rassegna concertistica incentrata sull’esecuzione di repertori musicali desueti, presentati dallo stesso ensemble e da ospiti di fama internazionale in contesti architettonici di grande valore storico-culturale.
L’Accademia dei Virtuosi ha inoltre costituito, dal 2007 – debuttando nella solenne celebrazione di Ognissanti con una Messa Concertata di Giacomo Agnola e altri brani, in parte inediti – al 2014, la Cappella Musicale della Chiesa di San Torpete, nel centro storico genovese, impreziosendo proprio come un tempo le funzioni liturgiche più solenni con l’esecuzione di un repertorio vocale sacro di area preromantica, spesso in prima esecuzione assoluta; rarissimo caso per la città di Genova di riproposizione di una tradizione vocale spesso dimenticata, esaltando lo strettissimo legame tra sacralità, musica e architettura.