caricamento

Promozione musicale

La vitalità di un'associazione
La Scuola Musicale Giuseppe Conte affianca alla primaria attività di formazione una fitta serie di iniziative culturali nel corso di ogni anno - diverse per tipologia, luogo di realizzazione e durata dell'evento, così da coinvolgere il più vasto ed eterogeneo pubblico - nell'intima e istituzionale convinzione che la Cultura Musicale sia davvero, fuor di retorica, strumento di incontro e linguaggio universale di avvicinamento fra le persone e di armonizzazione delle differenze.

Diverse di queste iniziative si realizzano in collaborazione con gli Enti Pubblici locali e, in alcuni casi, congiuntamente ad associazioni ed enti culturali locali, nazionali e internazionali.

Laddove, a testimoniare la considerazione e l’apprezzamento che gli Enti Pubblici locali hanno da tempo per la Scuola Conte, possono essere citate ad esempio fra le altre le responsabilità affidate all’Associazione dal Comune di Genova nelle iniziative in occasione della riapertura del Museo Navale di Pegli e dell’iscrizione di Strada Nuova nella lista del patrimonio mondiale UNESCO o dalla Provincia di Genova nelle iniziative in occasione dell’inaugurazione dell’Accademia Italiana della Marina Mercantile e di significativi Concerti di Natale, l’annuale concerto svolto da alcuni anni ad Helsinki per la locale prestigiosa associazione Finlandia-Italia e l’ospitalità offerta all’Orchestra della Scuola Europea di Bruxelles possono essere citati a testimonianza dell’attiva e fitta rete di collaborazioni, anche internazionali, che l’Associazione ha saputo negli anni instaurare, mantenere e sviluppare.

Iniziative che arricchiscono e sono arricchite da tante altre qualificate presenze e collaborazioni sul territorio – eccellentemente rappresentate dall’inserimento nel programma ufficiale dell’evento Genova Capitale Europea della Cultura 2004 della rassegna di musica antica e barocca da anni proposta in città dalla Scuola Conte, l’Estro Armonico – che spaziano dalla consolidata collaborazione con la Fondazione Teatro Carlo Felice nella promozione e presentazione delle stagioni lirico sinfoniche alla collaborazione con la Parrocchia di San Torpete, dove l’ensemble barocco dell’Associazione ha costituito la Cappella Musicale della pregevole Chiesa, e dalla realizzazione di pregevoli concerti e prestigiose rassegne in numerosi significativi siti nei diversi Municipi della Città alla partecipazione dell’Associazione con propri affermati professionisti al programma CoopIncontri, organizzato da Coop Liguria nelle diverse proprie sezioni soci genovesi, senza trascurare le presenze nei programmi musicali di diversi locali pubblici del centro cittadino e della Notte Bianca e del Port Day di Genova e le ormai consolidate presenze nei Civici Musei in occasione delle annuali edizioni della Notte dei Musei, della Festa Europea della Musica e della Settimana della Cultura promosse dal MIBAC.

Un rapporto, quello con il Settore Musei del Comune di Genova, così solido e affiatato da portare alla firma di un Progetto di Collaborazione fra il Settore e l’Associazione per la valorizzazione dei Musei di Strada Nuova e in particolare la valorizzazione degli spazi dell’Auditorium attraverso il potenziamento delle attività culturali in essi.

Un florilegio di attività e iniziative che ha portato, fra l’altro, alla costituzione in seno alla Conte – al fianco dell’orchestra jazz, della brass band e dell’ensemble barocco stabili dell’Associazione – di un’orchestra jazz, l’OGJ - Orchestra Giovanile del Jazz, che include giovani musicisti under30 provenienti da Liguria, Piemonte, Lombardia e Toscana e altre regioni italiane, che al proprio esordio, in occasione della partecipazione al “Victor De Sabata Award 2007”, concorso internazionale che si svolge a Villa Durazzo a Santa Margherita e rivolto ad orchestre giovanili europee, si è aggiudicata il Primo Premio nella sezione orchestre di fiati con un programma incentrato su Duke Ellington.

Collaborazioni consolidate con importanti artisti affermati che hanno fra l'altro consentito di presentare a Genova prime nazionali o prime assolute fra le quali: la Messe a quatre choeurs H.4 di Marc Antoine Charpentier (1672), prima nazionale, o la Messa Concertata di Teodoro Casati (1668), prima assoluta in epoca moderna, così come il concerto Voice of Jazz di Paul H. Jeffrey, prima nazionale, o il Sacred Concert di Duke Ellington, prima assoluta per Genova.

Un “progetto Conte”, nel complesso, che testimonia la vitalità di un’associazione che ha saputo tenersi sempre viva e al passo con i tempi, che ha saputo mirare all’eccellenza senza mai perdere di vista il proprio ruolo di centro d’aggregazione sociale e d’impiego socialmente positivo del tempo libero; un’associazione, insomma, che in oltre un secolo di ininterrotta attività ha saputo mantenere e sviluppare contenuti e valori fondamentali e insostituibili senza mai conoscere l’opacità della routine.