caricamento

Progetti formativi

Dalla scuola materna agli istituti superiori

L’attività di formazione della Scuola Musicale Giuseppe Conte si sviluppa anche oltre l’ambito associativo, tramite un costruttivo rapporto instaurato, dal 1999, con alcune scuole di Genova e provincia, di diverso ordine e grado, volto ad integrare i relativi piani di offerta formativa.

In questo contesto sono stati sviluppati vari progetti tendenti alla soddisfazione e al coinvolgimento della più vasta utenza, dalla scuola materna agli istituti superiori, cercando di tenere conto dei gusti e degli interessi delle diverse fasce d’età e delle diverse formazioni culturali.

Alcuni di essi sono specificatamente rivolti ad alcune classi, come l’ultimo anno delle scuole materne o le sole scuole elementari, altri, invece, sono diversamente modulati secondo l’utenza, come i corsi strumentali o vocali proposti sia nelle elementari sia nelle medie inferiori e superiori, con l’estensione dei temi proposti nei corsi strumentali gradualmente maggiore e il passaggio dal canto corale nelle scuole elementari e medie inferiori - con le sue molteplici valenze psico-affettive e aggregative - all’impostazione vocale individuale negli istituti superiori - con la presa di possesso dello strumento voce, per renderne consapevolmente il suono mezzo di comunicazione dei sentimenti e delle emozioni che si vogliono esprimere - alla costituzione di ensemble vocali e strumentali di istituto.

E’, infine, proposto un progetto completo d’alfabetizzazione musicale, che introduce i bambini, fin dalla più tenera età, al meraviglioso mondo della musica, per poi seguire e sviluppare un più ampio percorso nelle scuole elementari e medie inferiori.

L’importanza di questo itinerario è basilare, poiché i bimbi possiedono innata una sensibilità musicale che possono potenziare se guidati in tempi e modi adeguati.

Il bambino, infatti, impara a conoscere il mondo circostante tramite gli organi del senso, percependo stimoli sonori ancor prima di nascere, e questo universo di suoni agisce sugli affetti e sulla razionalità in modo diverso e più immediato rispetto alla parola, all’immagine e al gesto. Se, però, l’individuo non è stimolato e non si abitua ad ascoltare perde una parte di sé, indispensabile alla propria formazione.

Per questo la guida verso la musica deve partire dalla scuola materna; una guida che lo accompagni negli anni successivi e lo aiuti a sviluppare la propria sensibilità sonora verso un’arte che non si può toccare né vedere, ma solo sentire o produrre con il cuore, il corpo e la mente.