caricamento

Flauto Suzuki

Insegnante: Elisabetta Pasquinelli

Il corso di Flauto Suzuki utilizza il “Metodo Suzuki”, del quale l’insegnante, dopo aver completato la formazione e i successivi esami, ha ricevuto il certificato abilitante dall’ESA (European Suzuki Association).
Il Metodo Suzuki è un metodo strumentale per bambini ideato dal didatta giapponese Shinichi Suzuki (1898-1998).
È chiamato anche metodo "della lingua madre", perché il bambino apprende a suonare in modo naturale, così come ha imparato a parlare: attraverso l’ascolto, la ripetizione e la memorizzazione.
Così come avviene per l’apprendimento del linguaggio parlato, prima il bambino interiorizza la musica, dopo di che, quando il linguaggio musicale è stato acquisito, inizia a leggere.
Si consiglia di iniziare in età prescolare, attorno ai 3-6 anni, per poi continuare con questo metodo per tutta la durata della scuola primaria.
È richiesta la presenza attiva di un genitore, che apprende e fa ripetere a casa al bambino gli esercizi proposti. In questa fascia d’età la presenza del genitore è fondamentale e il metodo di apprendimento è ancora imitativo.
Il corso prevede lezioni individuali di strumento, nelle quali ogni bambino riceve un’attenzione sulla musicalità, la tecnica, il suono, la postura. Il repertorio Suzuki è scelto attentamente e attinge dalla musica classica e folcloristica. È stimolata la memorizzazione e rinforzata attraverso il ripasso.
Sono svolti anche lezioni di gruppo, recital, saggi ed eventi speciali, nonché lezioni di “propedeutica-Suzuki” (per i più piccoli).
Il corso è diviso in due livelli, per diversificare le proposte didattiche secondo la fascia di età dei bambini:
Flauto Suzuki 1, per i bambini fino a 6 anni, che ancora non hanno iniziato la scuola primaria.
Sono previste una lezione individuale settimanale di strumento di 30 minuti e una lezione collettiva settimanale di 45 minuti di “propedeutica Suzuki” (senza flauto), dove sono svolte attività che includono: suonare strumenti ritmici a percussione, ascoltare e cantare il repertorio Suzuki, fare giochi ed esercizi mirati che introducono e preparano a superare le difficoltà dello strumento.
È, inoltre, prevista una lezione collettiva mensile di 45 minuti di musica d’insieme con l’ensemble di flauti, per iniziare a suonare insieme con gli altri divertendosi.
Flauto Suzuki 2, per i bambini oltre 6 anni, che hanno iniziato la scuola primaria.
È prevista una lezione individuale settimanale di strumento di 40 minuti o di 1 ora.
La formazione musicale continua in parallelo ai corsi strumentali individuali con l'aggiunta di una lezione collettiva mensile di 45 minuti di musica d’insieme con l’ensemble di flauti, dove sono preparati i brani da suonare in gruppo.
È, inoltre, prevista l’opportunità di frequentare una lezione settimanale collettiva di teoria musicale.

Filosofia Suzuki e Introduzione al metodo
Shinichi Suzuki, violinista giapponese, completò i suoi studi in Germania negli anni ‘30; da questa esperienza elaborò il metodo dell’“educazione del talento”. Suzuki aveva compreso che “l'imitazione” è alla base del processo d’apprendimento umano nei primi stadi della vita. Il talento non è innato: attraverso l’educazione del talento tutti possono migliorare le proprie doti. Ogni bambino può fare bene, la predisposizione per la Musica non è ereditaria, ma si sviluppa sotto l’influenza di un ambiente adeguato. Importanti la memoria e la ripetizione: attraverso l’esercizio, la facoltà di memorizzare si sviluppa e richiede meno tempo.
Gli studenti Suzuki solitamente iniziano le lezioni del proprio strumento attorno ai 3-7 anni. I genitori sono una parte integrante dell’“educazione del talento” del Metodo Suzuki: sono “gli insegnanti a casa” e sono responsabili della guida per la pratica giornaliera. Sono loro insegnate le nozioni di base dello strumento, ma non è richiesta una preparazione musicale precedente all’inizio del corso. I bambini possono imparare la musica nella prima infanzia, allo stesso modo in cui apprendono la madrelingua: attraverso l’ascolto, l’imitazione e il rinforzo positivo. L’ascolto, nel Metodo Suzuki, è un elemento fondamentale dell’apprendimento.
Così come ogni bambino impara a leggere dopo aver imparato a parlare, gli studenti Suzuki imparano a leggere la musica dopo avere interiorizzato la postura, la tecnica, il suono e l’intonazione; la confidenza con l’esecuzione in pubblico è acquisita con frequenti esibizioni in gruppo e da solista.

Corsi correlati